Quando Tennis e MotoGP si incontrano: Marquez arriva Nadal, Rossi arriva Federer – Notizie

Il mondo del tennis e quello motociclistico sono intrecciati più di quanto si pensi, sesso i piloti sono stati avvistati presso i maggiori eventi tennistici, come, nell’ultimo caso, Marc e Alex Márquez, presenti al Madrid Masters 1000 per Rafael Nadal e la stella nascente Carlos Alcaraz. Non è la prima volta che il mondo della corsa e pilota il loro percorso previsto se si mescolano per dare vita ad un incrocio sportivo sia particolare che affascinante; i piloti no hanno mai nascosto una certa attrazione per i tennisti, come ad esempio Joan Mir, che ha recentemente espresso tutta la sua ammirazione per il connazionale Nadal, ritenendolo una forte fonte di ispirazione per tutti gli sportivi spagnoli.

Dai fantastici quattro delle due ruote ai grandi quattro della tennis


Una delle grandi somiglianze nel mondo sportivo è la caratteristica (non fortunata) di vedere, contemporaneamente, quattro fenomeni al punto da elevare il livello tecnico, sia al buio che nella competizione. La MotoGP è diventata l’indimenticabile epoca delle fantastiche quattro, rappresentati da valentino rossi, Jorge Lorenzo, Daniele Pedrosa me Casey Stonera cui aggiungiamo Marc Marquez subito dopo il ritiro dell’australiano; se stesso nel circuito del tennis dominante Roger Federer, Rafael Nadal, Novak Djokovic educare Andy Murray.

Per capire ancora meglio l’entità della particolarità di questa concidenza quasi astrale che ha portato ad avere en entrambi i settori quattro atleti ingrado di eccellere nettamente su tutti gli altri, solo osservando le statistiche di vittorie dei fantastici quattro nei loro rispettivi campi d’azione Dal primo titolo di Rossi nel 2001 all’ultimo di Marquez nel 2019, questo quartetto di piloti (tranne Pedrosa, che non ha vinto un titolo nella classe regina) ha collezionato 18 mondo su 21. Nel tennis Federer, Nadal e Djokovic hanno catturato la bellezza di 61 slam in tree considerato che lo slam all’anno sono 4, sì può immaginare con che ferocia hanno chiuso le porte ai rivali negli ultimi 20 anni.

Márquez s’ispires a Nadal: “Un riferimento in tutto”


Come detto, ai piloti della MotoGP no è mai mancata la passione per la pallina da tennis, tanto che Marc e Alex Marquez sono a Madrid, in occasione del Masters 1000 per tifare Rafale Nadal, uno degli sportivi spagnoli, se non il primo in assoluto, più ammirati di tutti. Lo stesso Marquez attraverso la sua pagina Instagram ha definito il maiorchino un punto di riferimento, tenacia, passione e resilienza. Le stesse doti si possono ritrovare nell’otto volte iridato, soprattutto in questa fase della sua carriera dettata dagli infortuni. Marquez e Nadal non si assomigliano ma soli in questo, ma anche nel fuoco agonistico e nell’agonismo, conosciamo anche la vittoria come l’unico risultato, a costo di superamento, dal fatto che si è svolta indebitamente, e da sola .

L’accostamento di segno opposto non può non essere a questo punto quello tra Roger Federer e Valentino Rossisia per il merito di entrambi di aver trasceso il loro sport diventando “più grandi” del mero ruolo di atleti, ma anche per l’estro, la classe e la fantasy, che riguardi un dritto a sventaglio o un tiro al volo a rete piuttosto che una potente staccata all’ultima curva nell’ultimo giro al danno ha dato una rivale per la victortoria. Del resto, lo stesso Rossi qualche anno fa ammise di dimostrare a forte dos de inspirazione dal campione svizzero, che a sua volta non mancò di ricambiare gli stessi complementi.

I nuovi interpreti, dà Sinner a Bastianini


Con gli Internazionali d’Italia appena iniziati, tutti gli appassionati del mondo della racchetta potranno godere dello spettacolo dei nuovi interpreti del gioco. Il tempo passa anche per i campioni più longevi, anche se Novak Djokovic e Rafa Nadal non avevano una certa intenzione di rinunciare allo scettro. Un po’ della stessa situazione della MotoGP, in cui tanti sono i giovani all’attacco della corona di Marquez. Accendendo il lusso di giocare con i paragoni possiamo accostare, ad esempio, Enea Bastianini a Jannik SinnerRispettive promesse dell’alta classe e del tennis, tra gli autori di varie gesta in futuro pretendenti della vetta del mondo.

Perciò fu la pulizia della guida di Fabio Quartararo per l’eleganza del movimento e i colpi di Stefanos Tsitsipas, L’efficacia del Bagnaia vista a Jerez perché c’è proprio con il numero attuale della classifica ATP, Danil Medvedev, tanto atipico nei colpi quando è molto difficile battere quando è in giornata. Non ci siamo dimenticati di Jorge Lorenzo e Daniel Pedrosa, le due leggende prima citate; l’inglese ex-Yamaha può ricordare Novak Djokovic per la perfezione della tecnica, mentre il fantino a Sabadell può essere accostato ad Andy Murray, entrembi hanno vinto molto meno dei più blasonati rivali, ma sono stati a Grado di lasciare un segno indelebile nella storia del loro sport. Il tutto in attesa di unovo dominatore per quanto riguarda la MotoGP, qualcuno que raccolga l’eredità di Rossi e continui sulla scia di Marquez, false sulla riga di quanto esta acccadendo nel tennis, con il 18enne Carlos Alcaraz (vincitore nel torneo di Madrid e già numero 6 al mondo) destinato a divertire a breve il numero 1.

MotoGP: orari TV GP di Francia, il tuo SKY, NOW e TV8

Add Comment