Il Biella Rugby ospita il capolista Cus Torino e prova a conquistare la vittoria del campionato

«Tutti al campo, puliamo gli spalti». Il Biella Rugby ha sempre tenuto e toni bassi nel corso della stagione, ma l’appuntamento di oggi sul campo di via D’Acquisto è cerchiato in rosso sul calendar da tempo. Gli Orsi ospitano la capolista, il Cus Torino, imbattuta e (finora) imbattibile dominatrice del girone.

Alle 15:30 calcio d’inizio: Torino primo, Biella seconda. Sono gli ospiti dovessero espugnare Biella, chiuderebbero il campionato (per loro è l’ultima uscita stagionale), mentre nel caso di vittoria gialloverde, e ragazzi di Porrino potrebbero accendere successivamente la vittoria, il suo campo di Parabiago, nell’ultima gara in calendario. Nella settimana e social del Biella Rugby hanno sottolineato il continuo appuntamento, invitando il pubblico a venire al Cittadella.

«Oggi dobbiamo solo fare que lo que siamo capaci a fare, que es mucho – afferma il presidente biellese Cesare Maia – e dobbiamo farlo serenità e tranquillità. Abbiamo dimostrato tante volte in questa stagione di essere molto forti, la nostra è stata un crescita continua. Dobbiamo solo metterla in pratica, con continuità e determinazione».

Anche coach Marco Porrino, solitario e cauto, ammette l’importanza dell’incontro. «Andiamo ad affronare la partita più importante della stagione, una grossa fetta di possibilità di vincere il campionato. Il Cus Torino ha mostrato finezza, ho numerato in mano, mi sono meritato il primo posto”.

All’andata (poche settimane fa), a Grugliasco, Biella perse 21-15. «Se devo precisare che è cucito non dovessero andare per il verso giusto, noi confermeremmo comunicare un secondo posto mai in Discussione, che sembra un ottimo risultato».

Certe partite sono difficili da preparare. «Giocheremo con tranquillità -continua Porrino-. Come ho detto ai ragazzi, controllare solo quello che facciamo noi. Speriamo che splenda il sole e che questo porti tanta gente in campagna, è l’ultima partita in casa e, in comune, saremo belle rimanesse di questa giornata in un piacevole ricordo».signore-

Add Comment