“Haas fuori da Maranello, questione di principio”

ROMA- Tra i team della Formula 1 che hanno mostrato maggiori progressi rispetto allo scorso anno c’è la Haas. Le scuderie avversarie non sembrano tutte vedere di buon occhio l’exploit della squadra statunitense. Il propulsore Ferrari Superfast arriva direttamente dal Quartiere Generale Rossa, che Haas può utilizzare nelle sue infrastrutture. Andrea Seidelteam principal della McLaren, come rippato da”CHE COSA” afferma: “Il Haas merita i suoi risultati. Rispettano regole e non ci possiamo lamentare. Ma è una questione di principio, di come cioè dovrebbe essere la F1 del futuro. Nella mia visione tutto ciò che riguarda le prestazioni di un’auto dovrebbe essere curato solo dalla squadra che porta en pista“.

Il differenziale di Steiner

Il numero uno in box McLaren continua con la sua accusa ad Haas: “È come se si creasse una “squadra B”, che è in grado di ottenere prestazioni superiori con meno sforzo, ed è anchor più preoccupante che il ‘team A’ ne tragga vantaggio poi“. Tra le proposte del tedesco c’è il “Dividere l’utilizzo di infrastrutture contigue“, vieni la galleria del vento, già in cantiere a Woking. Durante il Gran Premio di Imola, il team manager della Haas, Gunter Steineraveva parlato ai microfono di Sky Sport di “bellissimo scherzo, ma quando dura poco“ruotando intorno ai discorsi della “Ferrari bianca”. Il tecnico meranese ha fatto la differenza nell’operato dei suoi collaboratori, confering come i risultati positivi della Haas siano tutto merito del box statunitense.

Add Comment