Virtus Bologna nella finale di Eurocup: 83-73 contro il Valencia

Un grande gol di garanzia della perfezione e altri quattro quarti di grandi personalità hanno permesso a tutta la Virtus Bologna di restare nel finale di EuroCup. La Segafredo passa 73-83 a Fonteta, dietro Shengelia (15 punti) e Belinelli (14), riuscendo a respingere il tentativo di ritorno di Spagnoli nel terzo periodo. Inoltre, ad alzare il trofeo, agli uomini di Scariolo resta a superare solo l’ostacolo dei turchi del Bursaspor, nell’ultimo atto della competizione en programma a Bologna mercoledì 11 maggio en gara unica.

Primo tempo perfetto della Virtus

La Virtus parte forte e all’improvviso prova ad alzare il ritmo del match, mail al Valencia torna subito al contatto e mette la frequenza grazie ad un parziale di 8-0, che vale 16-11. Scariolo ricorre alle tante soluzioni aggiuntive offerte del suo roster e trova energie e punti preziosi dalla panchina: Shengelia giganteggia its entrambi i lati del parquet, mentre Belinelli estrae dal proprio cilindro la magia che regala alla Segafredo un valido canestro e un libero libero (17-25 ). Il tap-in vincent sulla sirena de Cordinier concede alle V nere di conservare il +8 al termine dei primi dieci minuti di gioco (19-27). I timidi segnali di ripresa mostrati dagli spagnoli in avvio di secondo vengono subito annihiliti dalla Virtus, capace di giocare con grande intensità e di trovare agevolmente la via del canestro. Quattro consecutivi punti di Weems spingono la Segafredo sul +10 (29-39), perché Sampson pensa di dare il massimo vantaggio ai felsinei (34-48), che vanno al riposo sopra di 12 lunghezze (38-50), con il ‘ultimo canestro della seconda frazione realizzato da un monumentale Shengelia.

Mi sono risentito per l’assalto di Valencia

In mezzo al parquet Rivero prova a suonare la carica, Ma Teodosic risponde con la bomba (43-53). Il Valencia, invece, prende il ritmo in tempi diversi e il Bologna perde fluidità in fase offensiva, riuscendo a collezionare appena 12 punti nell’intero periodo. Gli spagnoli ne approfittano per ricucire fine al -5 di fine frazione (57-62). Il match va avanti, come il pubblico di casa, ma nell’ultimo quarto la schiacciata di Belinelli, il canestro più liberato Aggiuntivo della Sampson, la tripla di Hackett e la contropiede di Cordinier valevano +13 per la Virtus (63-76 ) a 4′ dalla sirena. Le V nere gestiscono con autorevolezza il margine e, riscattando i causa incassati contro il Valencia in regular season, furono la prima squadra italiana a puntare il finale di EuroCup quando successe sotto l’egida dell’Eurolega.

Valencia-Virtus Segafredo Bologna 73-83
(19-27, 38-50, 57-62)
Valenzano: Dimitrijevic 6, Claver 7, Puerto 0, Pradilla 0, Lopez-Arostegui 16, Ferrando NE, Van Rossom 9, Tobey 4, Dubljevic 2, Hermansson 5, Rivero 17, Labeyrie 11. Tutti. Penarroya.
Virtù Bologna: Tessitori NE, Cordinier 6, Mannion NE, Belinelli 14, Pajola 0, Hervey 4, Jaiteh 6, Shengelia 15, Hackett 8, Sampson 10, Weems 8, Teodosic 12. All. Scariolo.

Serie A, Treviso colpisce Milano nella ripresa

Treviso tiene viva la speranza di staccare il pass per i playoff scudetto: il Nutribullet batte 80-74 Milano, incapace di insidiare il primate della Virtus Bologna anche in caso di vittoria, nel recupero della 17a Giornata di serie A. L’ L’Olimpia chiude il primo periodo avanti di un punto (18-19) e diventa negli spogliatoi con il proprio piede di vantaggio (29-32). Il match continua a scorrere il suo equilibrio binario anche in mezzo al parquet, con Treviso che piazza il sorpasso sulla sirena dal terzo quarto grazie alla tripla di Bortolani (53-52). Mister Nicola Piazzano ha aiutato il fondo vincente nell’ultimo periodo, quando ha condotto la lunga con un parziale di 13-0 guidato da Russell (66-55), ma ha resistito al tentativo di ritorno dell’AX Armani Exchange.

Nutribullet Treviso-AX Armani Exchange Milano 80-74
(18-19, 29-32, 53-52)
Treviso: Jurkatamm 3, Russell 20, Faggian ne, Bortolani 15, Pellizzari ne, Green 9, Chillo 16, Sims 8, Dimsa 3, Jones 4, Akele 2. All. Nicola.
Milano: Kell 2, Grant 9, Erba ne, Tarczewski 11, Ricci 4, Bligha 6, Hall 10, Baldasso 7, Daniels 3, Alviti 7, Bentil 3, Datome 12. All. Messina.
Arbitro: Begnis-Vicino-Valzani.

Add Comment