Rimonta regala 0-2 e Finale Scudetto in coppia – OA Sport

Conegliano ha sconfitto il Monza 3-2 (23-25; 23-25; 25-16; 25-20; 15-10) nella gara-2 della Finale Scudettoriuscendo così a pareggiare la serie che mette in palio il tricolore (1-1). Le Campionesse d’Italia hanno rischiato rimontare dallo 0-2 ed espugnano la tana delle brianzole al tie-break, dopo che avevano perso tre giorni fa di fronte al pubblico stesso sempre al corto set. Risate al cardiopalma delle Campionesse d’Europa scatenate, ancora messe in difficoltà dallete padrone di casa, che davanti a 4.200 spettatori hanno sognato la magia dopo aver conquistato i primi due parziali.

Le ragazze di coach Daniele Santarelli hanno tirato fuori gli artigli quendo sio hanno trovato con le spalle al pared, chirped piano risalito la china e fatto scacco matto contro il sestetto guidato da Marco Gaspari. Le Pantere hanno palesato la loro abtitudine a giocare questo incontri e non hanno mantenuto la calma nel momento più critico, impedendo di sprofondare sotto per 2-0 nella sua serie a metà delle cinque partite. Se tornerà in campo sabato 7 maggio al PalaVerde di Treviso: chi avrà la meglio in quel confronto se cercherà la prima occasione per vincere lo scudetto (sarebbe il quinta per le venete, il primo per le lombarde).

Surreale performance della scatenata Paola Egono, che si è access dopo i primi due set. L’opposizione ha messo a segno 29 punti (2 morti, 2 ace), affiancata in fase offensiva dalla sublime schiacciatrice kathryn plummer (17) e dal martello miriam silla (14), entrembe cresciute nel corso dell’incontro. il registro Giovanna Wolosz ha mandato in doppia figura anche la centrale Robin de Kruijf (11), affidavit Rafaela Folie (6). A Monza il bomber non basta Lise van Hecke (18) e le schiacciatrici Anna Davyskiba (13) mio giordania larson (12), centro ana danesi (6) mio Dana Rettke (5) alternanza con caramella sonia (4), brava il libero Parrocchia Beatrice nel confronto ad alto livello con Monica de Gennaro.

Volley femminile, analisi convoca Italia. Tanta abbondanza, non c’è spazio per Mingardi. E Folie…

LA CRONACA DELLA PARTITA

Il Monza ha iniziato il match in maniera aggressiva, punendo il servizio e giocando in maniera decisa in attacco (8-4). Le padrone di casa rischia di conservare il bel vantaggio sul 13-9, perché Plummer ed Egonu pensavano di vincere lo strappo (15-15). Passato in vantaggio anche il padrone di casa che riesce con la parallela di Egonu (18-16), torna presto Monza (19-18 con il muro di Orro). Serrata lotta punto a punto (23-23), per la prima volta la Candi subentrata e la Vincente di Van Hecke dalla seconda linea per il tappeto monzese.

Le ragazze di Gaspari sono rimaste molto brave in campo e non se il tifoso non ha acceso l’euforia, il sestetto di Santarelli vicino all’avversario e c’è stato un guizzo improvviso: primo tempo de Kruijf, free-ball de Courtney ed errore de van Hecke per il 13 -10. Le padrone de casa sono stupende a pareggiare a quota 15 per merito di un sonoro danesi (muro e asso). A causa del diagonale di Egonu e di un muro di Folie, per lui era 19-16, ma diventa subito 22-19. Monza non ha smette mai di crederci, ha goduto per rivali errori e impatta a quota 22 col mani-out di Davyskiba. Stysiak piazza a sontuoso diagonale e poi Egonu sparacchia fuori dal 2-0 del Vero Volley.

Nel terzo tempo il pareggio sul 9-9 va bene, perché Conegliano si gira in campo: muro di Sylla, Vincente di Egonu e fallimento di Stysiak per 13-9. Le padrone di casa vanno in sofferenza, un asso de Sylla e un pared de Kruijf, seguito da due stoccate di Plummer, dotato il 18-11 alle Campionesse d’Italia, che controllava la situazione e riaprono la parteta. Conegliano ha incontrato il turbo nel quarto set (10-6 e 16-12), Ma Davyskiba e van Hecke hanno rischiato di perdere una grande reazione che ha portato al 19-19. Nel finale, invece, Conegliano prende il ritmo con Egonu e Sylla, riuscendo a trascendere la gara al tie-break.

Nella fase decisiva, Conegliano trova subito allungo: mani-out di Sylla, diagonale di Plummer, causa stoccate di Egonu per il 7-4. Le Campionesse d’Italia doppiano al cambio di campo (8-4), ma Monza non tarda e recupera un break godendosi a causa di errori delle avversarie (6-8). Plummer ritrova il cambio palla, van Hecke sparacchia fuori diagonale e l’Imoco riallunga ancora (10-6). Se provi a risolvere il problema, Sylla alla fine è il più grande e il successo arriva al lungo servizio di Stysiak.

Foto LiveMedia/Valerio Origo

Add Comment