l’Italia al sesto posto nel ranking mondiale, mai così en alto – OA Sport

La vittoria contro il Galles a Cardiff ha significato tanto per l’Italia femminile del rugby. Non solo questo è stato il secondo successo consecutivo nel torneo, ma è stata una cosa difficile, e un bellissimo inizio di fiducia in vista dei Mondiali di ottobre, ma la vittoria significa anche il più grande palo per la nazionale italiana di rugby, maschile o qualsiasi femminile, abbia mai raggiunto nel classifica mondiale.

In vetta alla classifica, dopo il trionfo con il Gran Slam nel Sei Nazioni, si conferma l’Inghilterra che domina dall’alto dei suoi 96.78 punti. Al secondo post si sottrae il Nuova Zelanda, che però segue a grande distanza con 88.58 punti. Vendita sul podio Canada (avversaria dell’Italia ai Mondiali, ed.) che con i suoi 88.15 punti supera il Francia.

Le francesi, seconde nel Sei Nazioni, pagano il ko stagista con l’Inghilterra e scivolano al quarto posto con 87.91 punti. È la quarta dominatrice del rugby femminile, con il resto della classifica in gran parte staccato. Al quinto post, infatti, ci troviamo l’Australia con 78,68 punti.

Come detto, un balzare in classifica sono state le azzurre di Andrea Di Giandomenico. Ho vinto con Scozia e Galles, infatti, valgono per l’Italia femminile il sesto posto con 76.69 punti. Superati gli Stati Uniti d’America (anch’essi nel girone azzurro ai Mondiali, ndr.) che hanno 76.63 punti el’Irlanda, che pur battendo di misura la Scozia è a 76.33 punti. La top10 se si chiude con il Galles, 72.53 punti, e la Spagna che guadagna una posizione con 72.10 punti. Scivola in undicesima posizione la Scoziacon 71.93 punti, mentre l’altra avversaria delle azzurre ai Mondiali, il giapponeè dodicesimo, ma staccatissimo con 65.49 punti.

Foto: Alessio Tarpini – LPS

Add Comment