Andrea Dovizioso sindacalista con il bronzo: la priorità è Fabio Quartararo, non la moto

Il momento è difficile e Andrea Dovizioso non lo sa. Ma non mi sento una certa delusione perché la Yamaha sta rispondendo a tutto questo: “La Yamaha non è pronta a fare un grande cambiamento e probabilmente non è pronta per partire”

“Non c’è da stupirsi che in Yamaha siano concentrati sul rendere felice Fabio, Quartararo, seno che sono in lotta per il titolo. Non tengono nella raccolta le energie che Quartararo non considera prioritarie. E posso capirlo”- La musica è sempre la stessa, ma le parole, questa volta, sono di Andrea Dovizioso. Il pilota di Forlì, probabilmente sapendo che non ho visto nulla che avrei perso e che avrei mostrato, ho sicuramente usato allo scoperto sui problemi della M1 e sulle difficoltà che tutti gli altri piloti di Yamaha stanno trovando in questo inizio di stagione.

ioIn estrema sintesi, Fabio Quartararo si rammarica della necessità di più potenza, meglio di yamaha, per aver accettato la sua opportunità di trovare una velocità dall’alto della testa, considerando prioritario andare ad intervenire sulla sua presa. Cosa che, ancora una volta, Fabio Quartararo non si preoccupa di vedere tanto che il francese comunica molto meglio con la M1 e girerà in maniera performante. “Per quanto mi riguarda – ha aggiunto il Dovi – Ho fatto tutte le probe de assetto possibili in termini di peso e lunghezze. Quando non riesco a condizionare la presa ci ho toccato grande e importante, its cui ho già espresso la mia opinione, ma non ho ancora ricevuto risposte da Yamaha”.

ilenzio, quindi, davanti a richieste che Dovizioso avanza da mesi e che, per quanto dice, condivide con Franco Morbidelli (che però parla a porte chiuse e lontano dai microfono). “Secondo me – ha concluso laconicamente Dovizioso – non c’è modo di migliorare il grip lavorando con l’assetto. Occorre fare interventi più grandi, ma devono essere decisi in anticipo. È chiaro che in questo momento nessuno sa cosa fare e come, ma bisogna iniziare. Il punto è che devi vedere non hanno intenzione di iniziare o meno e io non è così. Tuttavia spero che sia stato acceso almeno in considerazione. Per il momento non arriviamo nuovi, alla prova di Jerez ci stiamo concentrando sull’equilibrio del peso. Le sensazioni erano un po’ migliori, visto che quello che avevamo cercato di darmi il permesso di fermarmi un po’. Alla fine, però, le sensazioni sono simili a quelle del weekend. Hanno in mente alcune cose per trovare più grip , ma secondo me non sono necessarie. Sono cose troppo piccole per cercare di cambiare quell’aspetto. Quando scelgo questo tipo di test, va bene se è solo perfezione e non modifica. Come ho già detto, la Yamaha non introdurrà presto grandi cambiamenti, non così nemmeno intende farli davvero”.

Add Comment