Rugby Parma, i “Banchini” sono una fortezza

Importante vittoria interna per il rugby parmense che affossa gli ospiti della olimpiadi di rugby di romac, quarta forza del campionato, e continua a tenersi a distanza di 4 punti il Livorno 1931oggi vittorioso nel derby con me leoni amaranto. Se si trattava di un duro conflitto, con l’aiuto di qualcuno vicino ad Arginare, la mischia di casa, oggi dominante, e le folate dei trequarti.

io tecnico, marco frati me carattere tedescoHanno Potuto racconterà finalmente la sua formazione quasi per intero e darà il primo battute se ha visto la prestazione grossolana del Livorno, che è valsa l’unica sconfitta stagionale, è vagamente un lontano ricordo.

Pronti via e Gennari al 1′ mette a segno tre punti. Passano solo 3 minuti e l’inarrestabile Borsi – metaman della squadra ha vinto una quota di 22 mesi, seguito da Bianconcini (14) – se avesse voluto segnare i primi 6 mesi avrebbero deciso la partita, ponendo fine a una serie di percussioni sulla sua sinistra. Gli ospiti reagiscono e riscono a trovare un varico che consente alla velocissima ala ospite di andare a segnare, riducendo la distanza a 10-7. Io gialloblù ma non ho un buon equilibrio nel combattere il partito, con i mischia a dettare legge sui punti di incontro e trequarti in grado di differe in anticipo, soffocando tutti i tentativi di manovra degli ospiti. Al 14′ tocca a Gennari e io vado a segno al termine di una bella azione alla mano. I romani non ci stanno e con due piazzati si riportano sotto sul 17-13, ma Piccioli, appropriandosi di una palla rubata in touche, conclude una bella giocata alla mano sulla sinistra. Al termine della prima frazione, il direttore della gara assegna una punizione ai pali della Rugby Roma, capitan Borsi chiede la mischia e sulla giocata successiva Sorio va segno. Il quarto gol con relativo punto bonus, gol di giornata, è in cassaforte già al 33′.

Complice anche il primo caldo primaverile, al rientro in campo i ritmi sono molto più blandi. In un’occasione Romani e Romani si sono presentati ridicoli dal traguardo, con una serie di pick and go insistenti, ma la differenza da casa è sempre stata la migliore, rovistando spesso a terra. Al 10′ una palla da gioco vagabonda rotta carambola nell’area di meta dei romani e Sorio è il primo a schiacciarla a terra. Nemmeno il giallo assegnato al 29′ a “Immer” Lanfredi per fail ripetuti scalfisce lo scorer gialloblù. Sono proprio i padroni di casa, invece, ad ancorare un segno con Sorio, lanciato in velocità da Rosi in un buco creatosi nella profesa ospite. I conti si chiudono così sul 43-13.

“I ragazzi hanno giocato una partita perfetta – Ho commentato la bella gara di un allenatore più che soddisfatto marco frati. Ho fatto i complementi a tutti, nessuno escluso perché se li sono davvero meritati. Quell’atteggiamento sul campo non è l’ancora vista. Avevamo voglia di fare que la Rugby Parma no quella che è scesa en campo a Livorno e già domenica scorsa col Formigine, ma oggi ancora di più contro un aversario de una caratura diversa, abbiamo dimostrato chi siamo e dove vogliamo arrivare. Inoltre siamo nella fase più bella e decisiva del campionato, attendiamo 4 finali e dobbiamo esser presto ancor più di prima per concentrarci sul nostro obiettivo”.

“E anche sul 13° mattoncino abbiamo impilato – ha detto il capitano Claudio Borsi. Oggi abbiamo affrontato la squadra più ‘fisica’ di tutto il campionato. Abbiamo giocato molto bien nel primo tempo, poi siamo un po’ calati anche perché abbiamo accusato il primo caldo. Sono particolarmente dispiaciuto per la performance di Mateo Bonofiglio e Matteo Sorio, giocatore che sarebbe stato molto utile anche qualche partita fa e che, insieme altri giovani dell’Under 19 ci partite daranno a mano nelle ultime che ci aspettano”.

Da adesso bene un bel campionato i tecnici potranno infatti anche raccontare il prezioso contributo di tutti e ragazzi dell’sotto i 19 anni hanno terminato il campionato sabato scorso e che quindi inizieranno ad allenarsi di pari passo con le due formazioni seniores “un cui – ha aggiunto Fratidaranno freschezza ed entusiasmo, oltre ad un importante contributo”mangia a volta di più ha dato Sorio che anche oggi ha segnato 3 mete.

Vittoria più che meritata, quindi, in vista del big match di domenica in Toscana contro i gigliati del FirenzeTerzi in classifica staccati di 6 punti. “Sarà partita dura e agguerrita, ma, grazie anche all’infermeria che si è svuotata, custodiamo il futuro con serenità” ha concluso il tecnico gialloblù.


RUGBY PARMA vs RUGBY ROMA OLYMPIC CLUB: 43-13 (punto 5-0)
Marcatore: pt 1′ cp Gennari, 4′ m Borsi tr Gennari, 8′ m Pastore Stocchi tr Valsecchi, 14′ m Gennari tr Gennari, 17′ cp Valsecchi, 20′ cp Valsecchi, 25′ m Piccioli tr Gennari, 33′ m Sorio nt; S. 10′ m Sorio via Gennari, 33′ m Sorio via Righi Riva

PARMA RUGBY: Gennari (63′ Pelizza), Bianconcini, Piccioli, Pelagatti (63′ Rosi), Sorio, Silva (49′ Modoni P.), Righi Riva (V. Cap.), Borsi (Cap.), Slawitz G., Modoni M (51′ Corazza), Minari (63′ Bondioli), Caselli, Fiume (51′ Lanfredi), Bonofiglio, Calì (69′ Palma). Tutti. Frati, Fontana
RUGBY CLUB OLIMPICO ROMA: Battarelli (Cap. 41′ Pollak), Fabio, Zanchi, Zorobbio, Pastore Stocchi, Valsecchi, D’Angeli (46′ Casagrande), De Biaggio, Cioni (52′ Marocco), Mernone (35′ Terribile), Bernasconi (41′ Fratini), Romagnoli, Lo Guzzo (46′ Tarantino), Ralaimaroavomanana (43′ Perissa V.Cap.), Vivaldi. Tutti. Montella, D’Annunzio
Arbitro: Jacob Stephanus Erasmus (TV)
Nota: 69′ Cartellino Giallo Lanfredi

CLASSIFICARE: Parma Rugby 61 (14)Livorno Rugby 57 (14), Florentia Rugby 55 (14), Rugby Roma Olimpic 47 (15), Lions Amaranto 40 (14), Modena Rugby 37 (13), CUS Siena 30 (14), Highlanders Formigine Rugby 14 (13) , Rugby Jesi 8 (15), Imola Rugby -1 (14)
Tra parentesi il numero di partite giocate


Add Comment