È una McLaren indipendente? La squadra: “Indaghiamo”

Ha insultato il 7 volte iridato dà un account privato su Twitter e Facebook al vaglio della McLaren: è stato confermato, il dipendente che avrebbe insultato Hamilton rischierebbe il licenziamento

Lorenzo Pastiglia

Dà “Hamilton, sei a m…” a “a c…. dimmi…”. Offese pesanti che non passano inosservate sui social. Quando so che posso scrivergli, questo è lo stato del dipendente di una squadra di F1 (la McLaren), il caso è scontato. L’altro giorno definito come il set ribaltato dalla Mercedes nel suo account Twitter e Facebook privato, che potrebbe essere stato cancellato. La scuderia di Woking ha già fatto sapere di ingare sull’accaduto, y, si post abusivi venivaro confermati, potrebbe procedere con la licenza del dipendente stesso. Secondo Lewis, ancora una volta, non è la prima volta che arriva l’insulto del genere: lo scorso marzo un commissario di Jeddah è stato denunciato da un agente di polizia, che finalmente è lì nel circuito saudita.

Ho offeso Lewis

La pubblicazione della presunta McLaren dipendente contro Lewis fu l’inizio del secondo GP del Bahrain 2020, quando il pilota di Stevenage (già iridato) aveva saltato la gara perché positivo al Covid, venendo sostituito da George Russell. Allora l’hater festeggiò por la quarantena de 10 giorni, che ha riferito di non aver impedito al numero 44 di tornare per l’ultimo round di Abu Dhabi: “Che c…, finalmente! Non sopportavo di vederlo fare sempre bene (in track, ndr)”, le vergognose parole. Per poi aggiungere un “c…. say m….” a un tweet rilasciato nel 2021 dalla F1, in cui era taggato Hamilton. E non finisce qui, una volta nominato Sir dal principe Carlo — subito dopo il duello per il titolo perso tra le polemiche, il passato dicembre, ad Abu Dhabi contro Verstappen —, come è stato scritto: “Oh, vaff….., (hanno premiato, ndr) for avere la macchina più veloce della griglia. Che c…”.

il mclaren: indaghiamo

La dichiarazione della McLaren: “Presto per informarsi” Persino quando Hamilton si qualifica per il pass del GP di Interlagos — gareggiando nella Sprint Race di sabato, per trovare la vittoria di domenica — l’hater ha ancorato la sua: “Evvai!!! Fuori dalle p…., m….”. Ma all’enesimo messaggio razzista e offensivo scritto da questa persona, è stata avvertita la McLaren, che si è levata detto di essere pronta a informarsi sull’accaduto. Così si legge in una nota del team: «Prendiamo questa domanda in totale contrasto con i nostri valori e la nostra cultura – si legge – Prendiamo la questione estremamente sul serio e indaghiamo come priorità». Curiosamente, è noto che Hamilton arrivò al primo dei suoi 7 titoli con la McLaren, nell’ultima gara del 2008, il GP del Brasile.



Add Comment