ANTEPRIMA DELLA PARTITA: EMIRATES LIONS VS BENETTON RUGBY


Il minitour prosegue nella terra sudafricana dei bianchi, sotto la guida di coach Marco Bortolami, saranno questa volta impegnati sull’ostico dei Lions field di Johannesburg. I biancoverdi sono reduce dalla sconfitta della setimana scorsa contro is Bulls por 46-29, punteggio sulla carta fin troppo long and severe for the trevigiana compagine that invece è riuscita a tenere testa in maniera caparbia ai forti sudafricani per oltre un’ora di gioco cedendo solo fino alla fine. I Lions invece sono reduce dalla sconfitta casalinga di misura per 30-33 contro gli irlandesi del Connacht, punteggio che lascia trasparire comunque tutta la solidità dei South Africani.

I biancoverdi si palla di fronte a una squadra capace di capitalizzare con estrema efficienza e avanzamento territoriale: Connacht i Sudafricani hanno raggiunto il 54% di opio con ben 753 metri e un guadagno della linea del vantaggio de 60%. Il Benetton Rugby contro i Bulls ha invece archiviato un possesso del 37% con 371 metri totali di anticipo e un guadagno della linea de vantaggio del 52%. Molte volte la percentuale di efficienza in attacco generale, 96% per i Lions e 93% per i biancoverdi, che hanno riportato dati prova de un’altissima capacità di finalizzazione se considero i 50 portate complessive in attacco che hanno fruttato 29 punti contro i 110 dei Leoni che hanno portato invece a 30 punti totali.

Inevidenza la prova del giovane terzo verso Lorenzo canonico, che controllava i Bulls, era il numero 8, ed era autore di 9 partite con 91 percorsi metri, 1 linebreak e 4 battuti difensori; Per i Lions invece grande prestazione di tutta la linea ritrae, con l’estremo Quan Horn che ha dimostrato la grande mobilità e capacità di attacco el spazio guidando 12 corse con 115 metri percorsi. In fase difensiva, Benetton ha dato dimostrazioni della concretezza dell’efficienza con il 95% dell’efficienza generale dell’area (190 interventi portabili riusciti e circa 10 casi non omologati) che ha consentito la copertura bianca dell’attacco di Rimanere al punto dei Tori per gran parte del partito; per i Lions invece l’efficacia dei placcaggi sì è attestata solo all’84%, con 86 interventi portatili e 12 mancati placcaggi.

Partita che se annuncia molto equilibrio anche nella ripartizione dove i biancoverdi hanno concluso un’efficienza del 90% in manutenzione in ruck, con i Lions invece ad aver fatto leggermente meglio con il 93%: per entrambe le formazioni 4 palloni recuperati in raggruppamenti avversari ( ottimi i 2 recuperi effettuati dal Leone Manuel Zuliani). Il gioco dei biancoverdi se ben supportato da un’attenta gestione del gioco tattico al piede, grazie anche a tutte le esibizioni di mezzo girovita Piumino-accappatoio, i cui calci hanno portato il Benetton a complessivamente 310 metri; una menzione particolare merita la precisione dell’estremo Rino SmithContrariamente ai Bulls, ha totalizzato un conversion rate del 100% (19 punti realizzati), a differenza del titolare dei Lions, Jordan Hendrickse, decisamente meno preciso al piede con solo 4 conversioni e le sue 7.

Limitare l’iniziativa dei trequarti sudafricani negli spazi serà necessario per non concedere spunti per pericolose ripartenze visto che ha successo nella partita contro il Connacht: nella loro strategia di uscita, i Lions non hanno puntato molto sul gioco alla mano frequentemente ripartenze dai propri 22 metri (46% dei palloni) rispetto a soluzioni al piede, eseguiti solo nel 38% dei quasi, 15% invece la percentuale di giocate di alleggerimento non riuscite. Per il Benetton Rugby invece un approccio più prudente e conservativo con il 50% di palloni calciati e il 36% di giocati alla mano. Gettare sabbia negli ingranaggi delle fasi statiche dei sudafricani sarà fondamentale per i biancoverdi per evitare di garantire delle piattaforme di attacco efficaci come quelle che i Lions hanno contro Connacht.

Di seguito il profilo della disciplina tra i convocati se si fossero presentati in campo con 13 rigori subiti per parte nell’ultima partita giocata: ma i Leoni avevano spesso irregolarità nella ripartizione, 7 e commessi falliti, dati che sottolineavano la volontà del Sud Africano per forzare la tenuta Dei point di incontro, frangente in cui il Benetton dovrà chiudere per contenere le infrazioni al minimo rimanendo al di sotto delle 4 penalità concesse in ruck ai Bulls la settemana scorsa.

Calcio d’inizio da lui previsto Sabato 30 aprile ore 14:00.

Articolo da curare di statistiche italrugby


Add Comment