LA JUVE PROVA DA COSTRUIRE

La Juve cerca di costruire, ma per farlo bisogna vedere qualche passo rispetto alla scorsa stagione. Con Andrea Pirlo, infatti, abbiamo visto due trofei arrivare in bacheca, con Allegri andrà bene sarà uno, ma rispetto all’anno scorso i segnali sembrano essere diversi.


Con Pirlo la squadra è partita malino, perché c’è stata una crescita che continua nel primo mese dell’anno, prima vedrò un crollo verticale nell’ultimo mese con il quarto post incidente con un po’ di fortuna.


La Juventus ha perso punti con squadre medio piccole ed è sembrata avere poca personalità, non un monte ingaggi più alto di quello de esta estagione e minor infortuni tractioni. La partita con il Benevento l’emblema negativo della stagione.


Quest’anno, invece, molte differenze, una delle partenze peggiori in assoluto della storia, una numerica vermente pessima negli scontri diretti, ma una serie di buoni numeri nelle sfide la squadre medio-piccole.


Segnalo, in stagione, sono stati diversi, quindi, con una piccola crescita constanta e con a parte chiave, quella con l’Inter emblem della stagione, lo scorse anno una victoria per 3-2 fortunata, quest’anno una sconfitta per uno a zero, totalmente indegno con una serie di episodi valutati solo in una direzione. Considerata anche e tanta sfortuna e soprattutto la mancanza di Ronaldo nella prima fase della stagione e di Federico Chiesa nella seconda, il progetto, quindi, essere considerato in crescita, da capire se la construction che sta avvenendo potrà porre a risultati migliori nella prossima stagione.


Clicca qui, segui Massimo Pavan sul suo twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve

Add Comment