GP Americhe, Moto3: Masia batte Foggia e Migno in extremis – Notizie

Tripletta sfumata per l’Italia nel GP delle Americhe. ME Giacomo Masia a conquistare la vittoria della Moto3 davanti agli italiani dennis foggia educare Andrea Minho, bravissimi a rimontare dopo a prima parte di gara non semplice. In inglese, il team RedBull KTM è la quinta vittoria in portaerei della categoria. Curioso caso Masia è stato compagno di squadra di entrambi.

doppio podio italiano


Per Migno è un bel ritorno sul podio dopo il doppio di Indonesia e Argentina, mentre per Foggia è un secondo palo che vale una vittoria visto se nella seconda parte della vittoria c’è anche il contemporaneo out di Garcia che si è concesso di balzare ancora in testa alla classifica.

Oncu se lo riscatta


Il turco del team RedBull Tech3 KTM è andato al quinto posto con una gara coriacea e se si riscatta, l’ha combinata ancora una volta quando ha innescato una pericolosissima carambola che ha portato fuori sia Migno che Acosta.

Guevara salva l’onore Aspar


Giornata dai due volti per il team di Aspar Martinez: Sergio Garcia finisce per terra dopo un contatto con Holgado, Guevara si becca una doppia penalità sul giro lungo per una millimetrica partenza anticipata. L’ex leader della classifica è riuscito a rimontare in sella racchiudendo una difficile rmonta rientrando però ai negli ultimi giri di gara box. Il #28 invece non ha trovato la prima penalità se ha beccato altri due giri lunghi (quattro in totale) che ha dovuto trovare un jumper in settima posizione.

Quanto è scaduto!


È stata una gara caratterizzata anche da tante cadute. Anche Dopo Garcia, diviso per essere riuscito a vincere a fine partita, era obsoleto. Inoltre, il pilota della RedBull KTM è stato costretto a condividere il suo passo per sparare a fine gara contro il giapponese Kaito Toba. Fuori brasiliano anche il debuttante Diogo Moreira e nel finale sono caduti anche i due italiani Bartolini, che hanno partecipato in sottofondo alla griglia per un rigore, e Bertelle. 19°, doppietta, Elia Bartolini, ultimo parato e con Long Lap Penalty, a titolo di rigore.

La classifica finale del garage


Add Comment