MotoGP, Pecco Bagnaia supera gli esami: “Non mi arrendo”

Martedì Pecco Bagnaia ha subito la visita medica decisiva e ha ricevuto il via libera per partecipare alla prossima tappa della MotoGP a Jerez. Il pilota torinese e il team ufficiale Ducati hanno tirato un sospiro di sollievo per l’incidente immediato in Q1 a Portimao che ha complicato l’intero weekend del secondo classificato. Partito dall’ultima posizione in griglia ha stretto i denti ed è risalito fino all’ottavo posto.

Dolore dopo la gara a Portimao

I first esami e la risonanza magnetica sostenuta sabato in Portogallo avevano escluso fratture, ma il dolore alla spalla destra era persistente. Pecco Bagnaia ha un antidolorifico per far fronte ea 25 giri dalla distanza di gara. Con il sinno di poi la scelta di andare le slick nelle qualifiche era giusta, la sfortuna è stata non attendere almeno due minuti in più. “48 pray dopo l’incident si fa un esame per controllare i legami, mio ​​​​movimento è moltolimitato ed è strano – ha detto il vicecampione MotoGP dopo la gara -. La mia faccia era maschile in staccata, non ho cambiato la direzione del verso sinistro dietro e nell’ultima curva quando stavo bene. La mia corsa è stata molto importante, soprattutto per trovare feeling, era la cosa giusta…“.

Bagnaia e il feeling con la GP22

Ieri pomeriggio il pilota Ducati si è sottoposto ad un’altra risonanza magnetica a Misano Adriatico per capire le condizioni della spalla destra. Negativo il successo, che sarà regolarmente in pista al Gran Premio di Jerez nel programma della giornata, anche se non al top della forma fisica. Rimane un forte ancora dolore, dovuto al grosso versamento di sangue causato dalla botta violent e destinato ad assorbirsi nell’arco di qualche giorno. L’altra bella notizia è che Pecco Bagnaia sta ripetendo il brano con la sua Desmosedici GP22, grazie anche ad alcune modifiche “a ritroso”, nel senso della ricerca di un più assetto che della GP21 dell’anno scorso. Già prima dell’Indonesia ha rinunciato al nuovo precedente abbassatore ed è tornato ad abbassarsi che hanno consentito di trovare un feeling migliore con il precedente.

Corsa al titolo MotoGP

Ma i numeri del GP di Portimao sono deludenti dalla Casa di Borgo Panigale. Dopo aver lasciato il podio di Johann Zarco, Jorge Martin ed Enea Bastianini erano superati, Jack Miller ha commesso un grosso errore che gli è costato il ritmo e ha alternato alti e bassi che lo spingeranno fuori dal team factory nel 2023. Se vicino ad averlo in Pramac, ma resta l’enigma suo chi sarà il suo successore. Futuro a parte, bisogna pensare al prossimo appuntamento in Andalusia dove sarà vietato sbagliare per Pecco Bagnaia. Sono 38 i punti che dividono dalla vetta, il Mondiale MotoGP è anchor ampiamente aperto. “E’ stato un indietro di 38 punti, l’anno è stato breve, è stato un indietro di 70 punti con 6 gare filastrocche. non il mio contratto di locazione“.

Foto di Valter Magatti

Add Comment