Tennis: dopo l’exclusione da Wmbledon per russi e Belarusi è la volta di Roma? | altri sport

Il prossimo 2 maggio si terrà l’edizione numero 79 degli Internazionali di Tennis a Romacon il finale in programma il prossimo 15 maggio.

Dopo la chiusura da parte dell’amministrazione di Wimbledon, uno dei quattro grandi slam del palco, a tennisti russi e belorussi, in Italia se stai discutendo di adottare misure analoghe. Un possibile provvedimento di questo tipo esclude il tabellone atleti affermati quali Daniil Medvedev e Andrea rublovrispettosamente la seconda e l’altra nella sua classifica ATP, anche Aryna Sabalenkanumero 5 della classifica Wta.

Molto critica è stata la diga segreta dell’All England Club, l’ente privato che gestisce il prestigioso torneo inglese da parte di esponenti del mondo del tennis. L’ITF (International Tennis Federation) ha esortato la federazione a non invitare atleti russi e bielorussi a tutte le proprie manifestazioni, con l’ammonizione di una declassificazione del torneo altrimenti, il tutto di per sé una decisione ferrea e critica il conflitto Russia-Ucraina. Ciò potrebbe spingere il presidente del Consiglio, Mario Draghi, a prendere la decisione dello stromettere gli atleti delle due federazioni.

Sulla questione è intervenuto il presidente del Coni, Giovanni Malagò, nonché membro del Cio (Comitato Olimpico Internazionale), che se è espresso così in merito alla vicenda “Spetta al governo prenderò una decisione… La raccomandazione del Cio è nata dopo che la Russia ha commesso una gravissima violazione, più riuscita in epoca moderna, la rottura della tregua olimpica durante i Giochi Paralimpici… Anche gli atleti sono vivi, evidentemente che non sono usciti con dichiarazioni loro la guerra”.

La Federtennis e l’Associazione Internazionale dei tennisti professionisti (ATP) se fosse contraria alla decisione di esclusione degli atletiQuesto prega il governatore l’ultima parola a settemana dall’inizio del torneo.

Add Comment