Techfind A1 – Famila Schio: al PalaRomare gara uno con la Virtus Bologna

Prima pagina dell’ultimo capitolo di questa intensa Techfind Series A1. Stasera, con un due alle ore 20 al PalaRomare, ha iniziato la serie di scudetto finale tra Famila Wuber e Segafredo Bologna. Un evento inedito e di grande fascino quello che ha fatto seguito alla finale di Coppa Italia svoltasi il 27 marzo a San Martino di Lupari. “Riguardo a quella partita – dice l’assistente assistente Alessandro Fontana – ci troveremo di fronte a un Bologna con una profondità del roster maggiore, più imprevedibile e più convinta dei propri mezzi. Sarà sicuramente una bella sfida e dovremo essere concentratissimi senza il primo minuto di questa serie”.

Per Schio si tratta della dodicesima finale scudetto consecutivo, il ventesimo totale; per Bologna la prima assoluta. L’arancione inseguono il tricolore undici number in bacheca per impreziosire la stella d’oro conquistato nel 2019, è stato ovviamente un primo successo storico.

Tra le formazioni arrivarono in una serie di semifinali ribaltata dopo essere state sotto zero a uno: lui scledensi hanno poi espugnato il PalaMinardi 64-71 e completò l’opera in casa per 71-59. I bolognesi, invece, non hanno strapazzato il Venezia in gara prevista per 65-36 e hanno concluso l’stampato a Taliercio per 58-67. “La sconfitta con Ragusa in gara uno ci ha tolto quel peso dell’essere stati perfetti in Italia fino a quel punto. Questa è una grande serie perché abbiamo affrontato una rosa che ha espresso il suo miglior pallacanestro nel momento clou della stagione”.

In tanti e io ho temuto questo confronto: primo, la nutriente colonia degli ex arancioni ora veste la maglia bianconera; Battisodo, Zandalasini e Cinili sognano di vincere il loro primo scudetto dopo aver lasciato l’ombra del Pasubio. Per il cambio in corsa sulla panchina virtussina con Angela Gianolla promossa ad capo allenatore in sostituzione di Lino Lardo. “Il più grande entusiasmo a Bologna è arrivato dopo aver eliminato i campioni d’Italia. Un allenatore che entra in questo momento della tappa può fare poco meglio di così, quel poco non è determinante per il risultato finale”.

Se si partecipa a un PalaRomare tutto esaurito e caldissimo dopo la decisione aziendale di garantire per il secondo turno consecutivo l’ingresso gratuito in scia al meraviglioso spettacolo vissuto in gara tre con Ragusa. Grazie per una regular season perfetta, fatta solo di vittorie, Schio si è garantito il fattore campo che vuole far fruttare al meglio sin dalla prima sfida.

Add Comment