Reyer, Jeff Brooks “Da Raffaele sono diventato leader nel settore”

Dopo il derby contro il Treviso, Jeff Brooks è l’uomo copertina della Reyer Venezia. Vecchio pallino di De Raffaele, che si è offerto volontario in Laguna dopo diversi corteggiamenti, ha confezionato un doppio doppio di 25 punti e 10 rimbalzi, leader della squadra. L’intervista a La nuova di Venezia e Mestre.

Protagonista. Il coach mi ha chiesto subito di essere me stesso e più protagonista in attacco; per me è naturale giocare per la squadra. Alla Reyer ho un ruolo diverso rispetto al passato: gioco in post basso, producto per gli altri, gioco i mismatch. Ho quindi diverse opportunità con diverse responsabilità. Sono grato per essere alla Reyer e per quanto posso fare per la squadra. Da Raffaele sono diventato leader nel settore, anche vocale. Adesso urlo e incito tutti.

Usciti dal tunnel. Dopo la sconfitta di Varese, la situazione è migliorata perché continuava a fare quello che dovevamo e volevamo: lavorare in palestra ogni giorno con motivazioni e voglia di competere. Non abbiamo mollato e non abbiamo mai smesso di cercare di vincere come squadra.

Lubiana. Abbiamo imparato da tutte le sconfitte, soprattutto quando ci siamo fatti rimontare. Non vogliamo essere quelli con poca energia o quelli che non sono uniti. Non sempre è possibile vincere, ma è possibile competere nell’ultimo mese saremo duri e duri, a prescindere dal risultato.

Verso un intero gruppo. Abbiamo bisogno di giocatori motivati ​​​​allo stesso modo, indipendentemente dal fatto che sia giocata o meno. È importante l’idea che se è sul campo, non importa se è sul parquet, ha un’identità globale. Tutti devono essere sullo stesso pezzo indipendente dai diversioni minutaggi e da chi prende i tiri. Tutti devono sacrificare se per i propri compagni. Conta solo la squadra e il risultato finale, non i singoli.

Add Comment