MotoGP, Miller: “Bagnaia? Con le slick sul bagnato non devi essere impaziente”

Pista bagnata, scivolosa e gommosa: il momento di Jack Miller è arrivato giusto in tempo per la Q2 a Portimao. Infatti l’australiano, non un piccolo intoppo, ha staccato il biglietto per il 4° posto che vale la seconda fila per domani. “Lo so, i miei piacciono molto queste condizioni, sono fantastiche -ha riso- Scherzi a parte, Per noi è andato tutto bene, ma ho pilotato in Q1 ed è stato molto difficile perché la pista era asciutta e metà bagnata”.

Per pagarlo ha ottenuto lo status di compagno dalla squadra Pecco Bagnaia, che ha terminato le vacanze in ospedale, ma per fortuna è rimasto indietro.

Ha perso la giusta giusta per un giro e mezzo – disse Jack – Secondo me, devi prima fare un giro completo con le gomme da bagnato, sacrificando anche un po’ di tempo, per capire dove sono le macchie di umido e quindi dove poi passare con le slick. Pecco è rientrato senza completare il giro, non è passato alla prima curva, questo gli è costato”.

Miller sa bene i rischi che si prendono.

Usa le slick sul bagnato è molto difficile, la cosa più importante da non fare è essere impaziente. Allora posso seminare strano detto da me – ha scherzato – Devi abbastanza spingere per non raffreddare le gomme, ma non puoi andare subito all’attacco. Devi costruirai il tuo turno progressivamente, capisci come reagisce la bici. Le condizioni che si sono trovate nel Q1 non erano proprio dure, erano al limite tra gomme da bagnato e da asciutto.

In Q2 non ci sono questi problemi.

Improvvisamente mi sento forte con la slick, la moto funziona bene ed è importante in condizioni come questa in cui seguirò la strada giusta – ha deciso – Il vento era forte, soprattutto nell’ultima curva, ma sono contento. Ho incasinato la mia ultima curva, ho commesso un errore e ho perso dopo la prima curva. A parte questo, non ho rimpianti”.

Domani, però, si andrà in gara senza molti riferimenti.

“GRAMMOuarderemo i dati dello scorso anno, le gomme sono abbastanza simili ma le temperature diverse – ha riflettuto –Apriamo un buon assetto di base, il warm up sarà un rifornimento importante per capire i propri ritmi e il consumo della gomma”.

Che gara ci si può aspettare?

Di ogni tipo, bisognerà capire che condizioni troveremo – Risposta di Miller – Sìma che non piova, è più divertente governare qui sull’asciutto. Il passo delle Suzuki e delle Aprilia è buono e consumano sempre poco le gomme, ma io sono emozionato per domani. sara interessante.

Add Comment