ATP 500 Barcellona: Musetti cede a Schwartzman, big lotta con più consistenti argentini

Lorenzo Musetti non supera l’esame Schwartzman. Nella rivincita della battaglia andata in scena qualche giorno fa a Monte Carlo, l’azzurro cede 6-4 7-5 all’argentino sul rosso dell’ATP 500 di Barcellona. È stata anche oggi a big lottain un giardino non facile per il forte vento che soprattutto nel secondo set imperversava sulla città catalana. Entrambi hanno fatto enorme fatica nei propri turni di servizio (ben 12 break complessivi!), tanto che tutta la differenza è venuta per la maggior costanza di Schwartzman, meno difettosa e più attenta a giocare uno specifico tennis nei momenti decisivi. Non una “bella” partita, tanti gli errori commessi. La solite fiammate di qualità oggi non è bastata a Musetti, incerto in alcune fasi delicate del match e soprattutto scarso appoggio del servizio. Troppo poco per resistere agli assalti e pressione de Schwartzman.

Questa è una battaglia “classica” da terra battuta. Pochi punti diretti con servizio, grandi rincorse, scambi discretamente arrotati accerchiando allontanare il rivale della riga del fondo o spostelo lateralmente por poi infilalo nell’angolo scoperto. Purtroppo per Musetti, la coerenza e il ritmo di Schwartzman è superiore alla sua capacità di variare, cambiare il ritmo e trovare soluzioni vincenti.
La festa è un continuo susseguirsi di pausa o grande difficoltà nei turni di servizio, ma la sensazione che Lorenzo oggi non ce la facesse è arrivata sul 4 par del primo set. Schwartzman ha giocato una partita pessimo, ha iniziato ben 3 doppi falliti, ma non ha avuto un vantaggio enorme Musetti non ha dovuto allacciarsi senza una pausa. Anche nel secondo set l’azzurro era in vantaggio per 3-1, ma nel sesto game non è stato costretto a consolidare il suo vantaggio, con alcuni errori e alcuni non perfetti.
Il match è stato lottato, sesso punto su punto, ma non si è deciso per qualche episodio. La risposta e la pressatura di Schwartzman sono completamente superiori alla qualità tecnica e alle variazioni di Musetti. Quando c’è un tennis brillante come quello dell’azzurro, e in cambio ho imparato tante cose, non posso farne a meno – non con la sua battuta – dà un servizio più efficiente, continuo e pungente. Oggi Lorenzo non è stato praticamente ricco nella battutaTanto che uno sporadico Asso ha alzato le braccia al cielo, come dirò “finalmente”. Con un corridore come Diego, molto abile nel rimettere tutto e pressare alla prima occasione, no puoi farcela si no servizio migliore.
Inoltre Musetti oggi è stato molto altalenante col diretto. Questo è diventato il termometro del suo tennis. Quando la fiducia è stata imprigionata, è durato a correre il braccio, aumentando velocità e profondità, è riuscito ad incidere, a fare la differenza sul rivale. Come suo Felix Auger-Aliassime era accaduto a Monte Carlo, per non andare tanto lontani. Non sempre oggi è stato sciolto invece col directo, espesso ha tirato corto, conservatore, e non solo por la posizione in campo ancora un po’ arretrata. Trovare continuità nella spinta col diritto è un altro step avanti necessario per crescere. Vieni nell’attacco alla rete. È una grande tattica che si fa avanti, ma varia e non cade al ritmo di uno Schwartzman, ma dovrei farlo con una palla d’approccio più ficcante, profonda o stretta, altrimenti ti esponi ad un rischio eccessivo che, come oggi, gli è costato punti importanti (vedi il match point).
Una sconfitta che ci sta, Schwartzman su terra battuta è un ostico avversario, por tutti. Più al piano tecnico e anche alla costruzione della punta, se sembrava un Musetti diverso, più incisivo e meno viziato.

Marco Mazzini

La cronaca della partita

Avvio di partita complicato, Diego scatta svelto con un parziale di 7 punti a 1. Sotto 0-40, Musetti salva i suoi tre break consecutivi, ma capitola alla quarto. 2-0 Schwartzmann. Infine Lorenzo entra in partita, spinge col diritto, sposta l’argentino che sbaglia qualcosa. 15-30 e poi 15-40, due palle per il contro break. Cambia il ritmo, sbaglia Diego col diritto. Recupera il break Musetti, serve 1-2. Chiara la tattica dell’azzurro: palle cariche e profonde, per allontanare il rivale dalla riga del fondo ed impedil il martellamento del fondo (suo marchio di ritmo), e magari sorprenderlo con la smorzata. Impatta 2 di Musetti. Lorenzo in questa fase ha mantenuto una posizione in campo piuttosto vicina alla riga del fondo, è soprattutto lui a condurre i ritmi dello schange. Schwartzman è attento a non sbagliare e cerca il contro piede. Qualche bel tocco di Lorenzo, intensità di Diego. Quando Musetti lascia correre il diritto, rischia di spaccare lo cambio in suo favore, mentre quello corto non porta grandi risultati, vista la velocità dell’argentino. Un bel cross stretto col diritto ha regalato a Diego un break di palla sul 3-2. Spinge l’azzurro, ma esagera col rovescio incrociato. La palla vola lungo, BREAK Schwartzman, in vantaggio, 4-2 e servizio. Un peccato, Lorenzo era in vantaggio 40-15 nella partita ma non voleva chiudelo (ha fatto un cambio bizzarro che lo avrebbe vinto). Musetti alza il ritmo direttamente in risposta, se gestisce il campo e vola 0-40, tre palle per il contro break. Un banale errore di Diego con rovescio, much scarico con le gambe, lo condanna. Control Break, Lorenzo serve 3-4. Sul 40 pari di nuovo tempta la smorzata, ma Schwartzman intuisce e si se il point. Nuova occasione per allungo per Diego. Gioca benissimo il punto Lorenzo: lavora di dietro, rimbalza l’attacco del rivale e se riesce a cogliere il punto rete con un perfetto tiro al volo di rovescio. Con un asso se porti 4 paia. Schwartzman se fosse innervosito per la fortuna sprecata, commette due orribili doppi falli (palla a mezza rete) che Mandano Musetti 15-30. Non approfittare l’azzurro, sbaglia in risposta. Nonostante il terzo DF della partita, Schwartzman porta 5-4. Musetti incassa un gran destro sulla linea dell’anniversario, se è 15-30 ed è la prima volta in campo… va benissimo per l’argentino, aggredisce in risposta e poi tocca chiamando avanti l’azzurro, che non può coprire tutto il campo . 15-40 e due Set Point Schwartzman! Rischia la pallacorta subito dopo il servizio Lorenzo, gli va bien (non un grande tocco di Diego…). Lungo schange sulla seconda, Schwartzman guadagna campo diritto dopo diritto, uno cross è davvero molto profondo, Lorenzo non la rimette in gioco. Urla sua rabbia Musetti, 6-4 Schwartzman. Un meritato insieme, più continuo e consistente l’argentino.

Secondo set. Musetti ha represso la rabbia per il set personale e diventa molto aggressivo in campo. Se cerca in risposta un’immediata palla break, che trasforma con un diretto aggressivo. PAUSA, 1-0 in vantaggio. Chi è al servizio fa fatica in questo match, ora è Lorenzo a soffre. Spinge forte in risposta Diego, sullo 0-30 ne trova un profondo, che gli vale 3 palle del contro break. Si accende alla prima, con un passante “robusto” che Musetti non controlla di volo. Control Break, 1 paio, tutto da lotteria. La festa della pausa continua: dal 40-15 adesso Schwartzman rinuncia al servizio, “Muso” serve in attacco 2-1. La lotta continua, punto a punto, una grande battaglia della terra rossa, con qualche errore a dire il vero sul vincenti. Lorenzo trova un bel vincente diritto sul 30 par che lascia fermo Diego, che ha regalato un bel premio gli il 3-1, por la prima volta consolida il vantaggio. Sul 3-2, Musetti incassa un gran passante nella risposta di Schwartzman (ma l’attacco, di new, un po’ leggero). Siamo 15-40, due palle per tornare in parità. Sbaglia un rovescio in corsa sulla prima l’argentino; spedisce in rete un terzino difensivo Lorenzo sulla seconda, subendo l’ennesima pausa. 3 paia Tira vento forte, le condizioni non sono facili. Lavora bene col direct inside out Schwartzman, trovando alcuni contro piede ottimi, come quello che gli vale il 4-3. Anche gli Azzurro hanno fatto una buona partita di servizio, 40-0 e per questo, con un Asso al centro, ma le 4 coppie. Schwartzman va in difficoltà, sotto 0-30. Se butta avanti per mettere pressione Lorenzo, ma sul 30 pari sbaglia an approccio che gli cost la palla break. Bravissimo Musetti! Se si discosta nell’angolo destro e trova quindi un diretto aggressivo che sorprende il rivale. ROMPERE! Anticipo 5-4, potrei servire per il secondo set. Il cambio di partita non cambia: al servizio non prende il colpo diretto e non fa niente. Musetti crolla 0-30 e 15-40. Salva la prima palla break con un sontuoso attacco in contro tempo, ma come passato sotto rete nella seconda. 5 paia, la lotta è serratissima. Con una lunga linea rovescio spettacolare Schwartzman si issa 6-5. Ora tutta la pressione è su “Muso”, ultima chiamata per allungare il match. Inizia male, fa little spazio col diritto da sinistra y impatta male, 0-15. Per fortuna libera direttamente il braccio, davvero penetrante e aggressivo, 30-15, ma poi si fa trovare troppo dietro per una volée che moore in rete. 30 par, match per punti dal Schwartzman. Attacca con coraggio col direct lungo linea Lorenzo, c’era spazio, ma la palla è di poco out. Schwartzman match point. Servizio e volée… ma si ferma, vicino a un taglio col rovescio che esce abbondantemente. Partita Schwartzman set di gioco, 6-4 7-5. A vittorioso meritata perché Diego è stato più solido, ma c’è rammarico perché in questa grande lotta, Lorenzo aveva un vuoto per scape via. Troppo poco con il servizio di oggi, in quanto difficile contenere un formidabile corridore per Schwartzman.

[6] Diego Schwartzman ARG contro Lorenzo Musetti ITA

Atp Barcellona

Diego Schwartzman [6]

6

7

lorenzo musetti

4

5

Vincitore: Schwartzmann

1 assi 2
6 DOPPI FALLI 0
43/68 (63%) PRIMO SERVIZIO 46/72 (64%)
25/43 (58%) PUNTI VINTI CON LA 1° SERVITA 23/46 (50%)
25/9 (36%) PUNTI CONQUISTATI DALLA 2^ SERVITA 26/9 (35%)
0/5 (0%) PUNTI DI ROTTURA SALVATI 7/14 (50%)
11 PARTITE DI SERVIZIO GIOCATE 11
23/46 (50%) PUNTI DI RESTITUZIONE 1° SERVIZIO 18/43 (42%)
17/26 (65%) 2° SERVIZIO PUNTI DI RESTITUZIONE GUADAGNATI 16/25 (64%)
7/14 (50%) PUNTI DI ROTTURA CONVERTITI 5/5 (100%)
11 RESTITUZIONE DELLE PARTITE GIOCATE 11
34/68 (50%) PUNTI DI SERVIZIO RAGGIUNTI 32/72 (44%)
40/72 (56%) PUNTI RESTITUITI GUADAGNATI 34/68 (50%)
74/140 (53%) PUNTI TOTALI GUADAGNATI 66/140 (47%)

Add Comment