Cantù sconfitta a Scafati, commento di Marco Sodini

Perché mister Sodini al termine di Scafati-Cantù: «Questa è una partita di intensità e di pace fisica da gioco, fuori dai comuni per il campionato di Serie A2. Faccio i miei più sinceri complementi a Scafati che, nell’arco dei 40′, ha meritato di vincere la gara. La nostra bravura è che non ci siamo mai scomposti e non abbiamo mai mollato nei di difficoltà, a differenza di un primo quarto in cui, invece, abbiamo mollato totalmente in tre occasioni dall’altro arco e in alcuni tiri da sotto, facilmente notabile. Ci dà la concreta difficoltà nel muovere la palla e, in questo caso, incoraggia anche il coraggio di Scafati nel toglierci che questa capacità. Questo è ciò che ha insegnato dal fatto che in tutte le parti eravamo in stati in grado di produrre solo cinque assist. Questa sera, però, non posso rimproverare i miei ragazzi per impegno, foga e determinazione che ci hanno messo. Meno buono, invece, dal punto di vista tecnico: non possiamo pensare di vincere contro il capolista del Girone Rosso tirando 19/3 da tre e sbagliando 7 tiri liberi» ha concluso il capo allenatore dell’Acqua S.Bernardo.

Add Comment