IL CICLISMO PIANGE LA SCOMPARSA DI SILVANO CIAMPI

LUTTO | 22/04/2022 | 08:02

di Antonio Mannori

Il ciclismo piange la scomparsa di Silvano Ciampi, che aveva compiuto 90 anni proprio due mesi fa il 22 febbraio. Nacque a Maresca e visse a Pistoia. C’è un grande corridore (definito anche “bello” per via delle sue condizioni fisiche) che è passato in numerosi garage dal dilettante al professionista. Fu soprattutto un grande velocista e la sua carriera ciclistica iniziò nell’Unione Ciclistica Pistoiese, la società arancione fondata nel 1930.

Il cugino corso proveniva da Pescia, mentre Ricordava vinse il GP del Cuoio e delle Pelli a S.Croce sull’Arno, e la doppietta a Firenze-Viareggio la classica di Ferragosto che si corre dal 1946.

La professionista in maglia Faema ha esordito al vertice vincendo l’8° Gare nella sua prima tappa dopo le qualifiche al Giro del Piemonte, al Trofeo Matteotti e quasi a casa, al Gran Premio Industriale e Commerciale di Prato. Ciampi era gregario anche dal famoso alpinista lussemburghese Charly Gaul. Nel 1959 passato alla Bianchi arrivarono il Giro dell’Appennino, ancora il “Piemonte” e il Giro di Romagna. Dopo questo promettentissimo avvio non ottenne nel proseguo della carriera quello che aspettavano da lui.

Ai familiari di Silvano Ciampi il cordoglio del mondo del ciclismo, a cui aggiungiamo le condoglianze della Redazione di tuttobiciweb.

Copyright e copia TBW

Add Comment