GIRO DELLA POLONIA. IL QUARTO WILD È PER LA CAJA RURAL RGA

PROFESSIONALE | 23/04/2022 | 10:23

Per Caja Rural-Seguros RGA, questa sarà la dodicesima stagione di attività. Dopo solo un decennio dall’ultima partecipazione alla gara di tappa polacca, la seconda squadra spagnola è inserita nel girone, dal 30 luglio al 5 agosto se durerà un percorso di circa 1.240 km, se si prepara a indossare e a panni quarto jolly.

Anche assenti da molti anni, la squadra spagnola ha affiancato ai suoi stagisti vari atleti polacchi come Michał Kwiatkowski, vincitore anche della 75a edizione nel 2018, Karol Domagalski e Alan Banaszek che è ancora in attività con il team HRE Mazowsze Serce Polski. Tornerò al Tour de Pologne ogni dieci anni ed è onorato da Caja Rural-Seguros RGA. La Polonia è un paese speciale per noi, abbiamo avuto molti polacchi corridori in squadra e siamo davvero molto orgogliosi di loro. Sarà la quarta tappa del World Tour all’anno e anche il nostro obiettivo principale. Avremo una squadra composta da scalatori e puncheur competitivi, adatti per lottare in ogni tappa. spiega al team manager Juan Manuel Hernández. Quest’anno non parteciperemo alla Vuelta a Espana e ci concentreremo sul Tour de Pologne come opportunità per competere con la migliore squadra del mondo. Daremo la possibilità di poter restituire agli organizzatori la fiducia dimostrata invitandoli a concludere.

Credo che per questa squadra essere il Tour de Pologne sia sicuramente un’esperienza importante. Saranno assolutamente al grado di farsi notare nel gruppo e in combattimento per ottenere risultati interessanti nel World Tour. Sarà un bellissimo spettacolo anche per i tifosi polacchi e spagnoli’ afferma Czeslaw Lang, direttore generale del Tour de Pologne. ‘Da molto tempo non abbiamo a ProTeam dalla penisola iberica e siamo davvero felici di aver potuto osare possibilità questa ora. Sono davvero molto curioso di vedere come si comportano quest’estate. – concludere.

Lo slancio per la continua crescita, la particolare sensibilità verso le nuove generazioni e il costo nel raggiungere piccoli grandi traguardi sono solo alcuni dei valori che, dopo un decennio, continuano ad unire quello dovuto alla storia realtà in un invisibile legame more concreto all’insegna della passione autentica e genuina per lo sport.

Copyright e copia TBW

Add Comment