Premier, Arsenal-Manchester United 3-1: Ronaldo dedica il gol al figlio morto

La squadra di Arteta, dopo Tavares, Saka e Xhaka, ha vinto 3-1, consolidando il quarto posto in Premier. Altro ko dei Red Devils dopo il Liverpool

Anche in un momento delicato, Cristiano Ronaldo se ha caricato la squadra sulle spalle. Ha giocato, segnato ed esultato, dedicando la sua rete al figlio nato morto lo scorso lunedì. Tutto questo non è però bastato per l’ensima disfatta del Manchester United. Dopo il 4-0 subito dal Liverpool martedì, i Red Devils hanno perso ache en casa dell’Arsenal. La squadra di Arteta, alle spalle di Tavares, Saka e Xhaka, ha infatti vinto 3-1, consolidando il quarto posto in classifica, a fine tappa, garantito l’accesso alla prossima Champions League.

Solito Saka

Il match dell’Emirates Stadium se improvvisamente messo in discesa dai Gunners, che al 3′ passano in vantaggio con un tap-in di Tavares, bravo a beffare il tiro di De Gea dopo la respinta dello spagnolo sul Saka. La risposta dello United arriva con Dalot, che centra un cross. Alla mezzora, il Var lascia per due minuti i tifosi dell’Arsenal con il fiato suspeso: prima annulla un gol di Nketiah per fuorigioco, poi – durante la stessa recensione – segnala un fail da rigore di Telles. L’arbitro Pawson indica il discetto, Saka è freddissimo e fa il 2-0.

Al 34′ da solo Ronaldo acconsente alla distanza: il portoghese devia con freddezza un cross di Matic ed isulta con un pensiero per il figlio nato morto lo scorso lunedì. CR7 ha affrontato la settima sfida nell’ultima apparizione contro i Gunners e, la centesima in Premier League: ventesimo con il primo calciatore soprattutto a raggiungere la tripla cifra nei campionati spagnolo e inglese. Nella ripresa lo spinge unito por il pareggio, fortuna però non assiste. Al 58′ Fernandes centra il bastone con il suo calcio di rigore, poco dopo Dalot imita l’assistenza di Cristiano, che in mezzo segna anche il 2-2 ma in posizione di fuorigioco. A chiudere i conti alla fine ci pensa Xhaka, con un mancino da fuori area che finisce sotto il sette: 3-1 por l’Arsenal e quarto posto consolidato, mentre la squadra Rangnick scivola a -6 nonostante abbia giocato una gara in più.

Add Comment