nuovo abbassatore ed evoluzione del motore

Dopo la vittoria in Argentina Aprilia è famosa per poi un’altra vittoria in questa tappa del MotoGP. Il successore di Aleix Espargarò a Termas de Rio Hondo ha dato fiducia e fiducia all’ambiente noalese. Anche il punto centrale di Austin è un segnale positivo, considerando che nel 2021 il pilota di Granollers è finito cinque volte a terra in tre giorni. Nell’altro angolo del box di Maverick Vinales, cresce progressivamente e Portimao proverà a compiere un ulteriore passaggio.

Aprilia RS-GP in evoluzione

Ci sarà un Gran Premio all’attacco della Casa di Noale che schiera anche la terza punta di Lorenzo Savadori. Una presenza importante è quella del collaudatore Romagnolo, che sarà in pista, dopo l’evoluzione dell’elettronica e della sonda di asset, l’ultima specifica dell’abbassatore posteriore. In caso di successo positivo, sarà portato nella wild card e si rivolgerà al pilota ufficiale nel prossimo apppuntamento di Jerez. Ma Aprilia ha in canna un altro colpo importante: finalmente maggio sulla RS-GP22 esordírá l’ultima evoluzione della quattro cilindri a V di 90°.

Paolo Bonora, direttore del team di Noale, guarda con ottimismo al weekend dell’Algarve. “Quello di Portimao è un circuito che ha molta strada da fare senza i tempi della Superbike, è una pista con continui cambi di direzione e sospensioni, dove comanda il pilota“, si rivolge a ‘La Gazzetta dello Sport’. “E si è salvato ad Aleix, che in questo momento è in formissima, ne vedo uno presto per mettersi in gioco: già quando era ora di girare che la prima volta nei test 2020 era entusiasta. Speriamo che il puro Maverick sfugga alla distanza“. La top-5 sottrae l’obiettivo cardine, senza dream troppo in grande. “Il nostro obiettivo quest’anno è quello di stare il più possibile con i migliori, e credo che possiamo farcela“.

Guadagno per il Campionato MotoGP

La strada di Portimao non è poi così diversa da quella di Austin, serve una moto stabile nella fase impennata, perché dovrò tornare sul percorso precedente ed essere fluido e cambiare direzione. La potenza del motore che ha un valore meno importante rispetto a trazioni come Losail e Austin, invece del ciclismo e dell’elettronica faranno la differenza. Aleix Espargarò nella tappa MotoGP 2021 che era 6°, ma ora non è contento: “Adesso non possiamo essere soddisfatti della P6. L’obiettivo non è cambiato dall’inizio della fase. Naturalmente, la possibilità di lottare per il titolo sono maggiori del previsto – sotterraneo il pilota catalano -. Non mi aspetto di avere le opportunità che ho adesso. Ma l’obiettivo rimane un posto tra i primi 5 nel Mondiale. Sarebbe un ottimo risultato. È difficile, ma questo è l’obiettivo e la sensazione che potremmo fare ancora meglio“.

Add Comment