MotoGP, contatto Espargarò-Yamaha: “Quartararo deve decidere”

Nel paddock di Portimao c’è stato fermento in vista della scena dei contratti dei tanti piloti della MotoGP. Nessun annuncio ufficiale è previsto prima della gara di Jerez y forse dovremo attendere ancora a lungo, perché tutto dipenderà dalla scelta di Fabio Quartararo. Una possibile aggiunta del campione francese alla Yamaha potrebbe scatenare un effetto domino senza precedenti e potrebbe riguardare anche quei legami che sembrano ormai consolidati, come quelo tra Aleix Espargarò e Aprilia.

Aprilia in crescita

Il maggiore dei fratelli di Granollers vorrebbe firmare il suo ultimo contratto biennale per attaccare il casco al ragazzo e dedicarsi al ciclismo. Dopo la vittoria a Termas de Rio Hondo ha ritrovato nuovi stimoli e acquisitor maggior nei propri messi e nel potenziale della RS-GP22. La Casa di Noale continua ad essere un cantiere aperto, con un nuovo abbassatore posteriore in fase di collaborazione con Lorenzo Savadori, jolly a Portimao, e una nuova specifica di motore che dovrebbe esordire prima dell’estate.

Per Aleix Espargarò e Aprilia è la sesta stagione insieme in MotoGP, hanno condiviso momenti difficili e tante storie per la marcia. Anche quando ha piantato il suo mollare tutto point, Aleix ha stretto i denti e ha continuato a dare fiducia a una moto che ha contribuito a sviluppare più di ogni altro pilota che è percorsa dai box veneti in giro per la MotoGP. Ora che ha regalato il primo podio, la pole position e la prima vittoria in Argentina, è normale alzare il premio economico e tecnico. Nell’altro angolo della ‘scatola’ il costruttore italiano può raccontare il suo punto di riferimento come Maverick Vinales, in netta progressi di gara in gara. E potrebbe essere necessario dare un cambio di formazione per dare un’ulteriore scossa all’ambiente.

Il futuro di Alex in MotoGP

Per cominciare condividerò la priorità e continuerò insieme, ma continuerò con l’Aprilia e Aleix Espargarò a seminare tutte le posizioni rispettose e la ricchezza. Il futuro resta sconosciuto, a seconda della decisione degli altri piloti della classe MotoGP. “Per ora non c’è niente. Non mento dicendo che il mio piacerebbe continuerà dove sono, ma per ora non ci sono novità. Dovrò fare ancora un po’ meglio. Ovviamente no si può stare fermi e parlare con altre fabbriche, anche se continuerò con Aprilia – ha sottolineato il maggiore dei fratelli Espargarò -. Vorrei fare altri due anni in MotoGP, questo è certo, e mi piacerebbe chiudere con Aprilia, ma siccome non ho ancora niente da loro, beh, devo muovermi“.

Alla commanda su possibile raggiungere della Yamaha Aleix Espargarò mi dispiace. “Il primo che deve muovere un passo è Fabio (Quartararo). E quando muovi il pezzo successivo del puzzle, se muovi tutto il resto“. Sullo scacchiere della MotoGP non resta che assistere alla mossa dell’avversario prima di planar la giusta strategia. Per adesso bisogna essere pronti ad ogni evenienza. Portimao e Jerez potrebbero essere le chiavi di volta per una decisione.

Add Comment