Giro delle Alpi, Kamna vince la terza tappa. cugino di Bilbao nella classifica generale

Il tedesco assesta l’affondo decisivo dopo un km dall’arrivo infiammando in contropiede Amador, che chiude secondo

Lennard Kamna ha vinto la terza tappa del Tour of The Alps, cede Lana a Villabassa. Il tedesco della Bora, a poco più di 1 km dall’arrivo, ha raggiunto la piazza decisiva che ha sorpreso le altre compagnie di fuga, più soprattutto che ha imprigionato in contropiede il più esperto tra i fuggitivi, il Costaricense Amador. Per il corridoio della Bora è il secondo stagionale di successo dopo il colpo nella quinta ed ultima parte della Vuelta Andalucia. Secondo posto per Amador (Ineos) a 3”, terzo lo Spagnolo Lastra (Caja Rural) a 4”. In classifica generale resta la maglia di leader del basco Bilbao con 6” sul francese Bardet e 12” sull’ungherese Valter.

il garage

A 84 km dall’arrivo, inizia una fuga con 13 corridori: Vadim Pronskiy (Astana Qazaqstan), Andrey Amador (Ineos Grenadiers), Lennard Kämna (Bora-hansgrohe), Merhawi Kudus (EF Education-EasyPost), Reuben Thompson (Groupama- FDJ) , Will Barta, José Rojas (Movistar), Jon Lastra (Caja Rural-Seguros RGA), Natnael Tesfazion (Drone Hopper-Androni Giocattoli), Unai Iribar (Euskaltel Euskadi), Torstein Træen (Uno-X), James (Israele) , Chris Hamilton (Team Dsm). Sulla fuori della Furcia i fuggitivi si derivati. Importante se Iribar e Rojas sono nel gruppo che segue – ritmo massiccio di 2’51” – prova a scattare l’Ineos Dunbar strappato all’improvviso dal Bahrain a Bilbao. Intanto davanti si allungano in quattro: Tesfazion, Piccoli, Traeen e Pronskiy, gli ultimi due proseguono e scollinano sul Furcia con 6” su Piccoli, 11” sul gruppetto degli altri fuggitivi e 1’12” sul gruppo del leader Bilbao. Portano cade in discesa mentre alla fin della discesa del Furcia se formano un gruppo di 8 corridori: Pronskiy, Piccoli, Amador, Tesfazion, Kamna, Kudus, Barta e Lastra. Nel finale tutti marcati l’esperto Amador a sua volta ha cercato di sorprenderlo con degli scatti. Quella cosa decisiva è dal 25esimo anniversario che nel finale se ne discosta dal ritorno di Amador. Domani quarta tappa, Villabassa-Kalm am Grossglockner di 142,4 km.

Mi sono schierato

1. Lennard KAMNA (Germania, Bora) 154.6 km in 4.02’56”, media di 38.183 km/h, abb. 10”; 2. Andrey Amador (C.Rica, Ineos) a 3”, abb. 6”; 3. Jonathan Lastra (Spa, Caja Rural) a 4”, abb. 4″; 4. Natnael Tesfatsion (Eri, Androni Drone Hopper); 5. Will Barta (Stati Uniti, Movistar); 6. James Piccoli (Can); 7. Vadim Pronsky (Kaz); 8. Sean Quinn (Stati Uniti) a 57”; 9. Felix Gall (Aut); 10. Pavel Sivakov (Francia); 14. Pello Bilbao (Spa); 17. Romain Bardet (Francia); 18. Attila Valter (Ung)

lo classifica

1. Pello BILBAO (Spa, Bahrain-Victorius) in 12.12’08” 2. Romain Bardet (Fra, Team Dsm) in 6”; 3. Attila Valter (Ung, Groupama-Fdj) a 12”; 4. Felix Gall (Aut) a 16”; 5. Pavel Sivakov (Francia); 6. Einer Rubio (Col); 7. Eddie Dunbar (Irlanda); 8. Thumen Arensman (Ola); 9. Esteban Chaves (Col); 10. Richie Porte (au)

Add Comment