F1 GP Australia, perché la Mercedes di Hamilton è in crisi: i motivi tecnici- Corriere.it

hanno dato Piergiuseppe Donadoni

Appena giunti ai costruttori Mondiali e all’insieme dei piloti in fila, la squadra di Toto Wolff non ha beneficiato del cambio di regolamento e le sanzioni arrivano dal simulatore. E per recuperare il tempo di servizio

La Mercedes ha iniziato inaspettatamente difficile la tappa 2022, e grazie al doppio passo della Red Bull in Bahrain lo invita a lasciare il podio sul podio con Lewis Hamilton, mentre in Arabia ha raggiunto la quinta posizione di George Russell , online con le prestazioni del W13. La monoposto argentata, a livello prestazionale paga un gap rispetto a Ferrari e Red Bull tra i 7 e ei 9 decimi di secondo, a eternit, guardando alle ultime stagioni di Formula 1.

Il porpoising chiaramente il malanno pi serque affligge la W13, un qualcosa di totalmente inaspettato per i tecnici del team champion del mondo, che stanno lottando in ogni sessione per poter estrarre il massimo potenziale da una vetura che in gallery del vento ha dati invece degli Ottimi risultati, so se pensate che gli importanti aggiornamenti vengono effettuati in pista in Bahrain prima di poter garantire un secondo di miglioramento rispetto alla macchina scesa in pista nel test di Montmel (Spagna).

La nostra priorità sarà risolvere il problema della finzione, il motivo principale che ci impedisce di abbandonare la massa di servizi fornitici dalla nostra conoscenza di Andrew Shovlin. Finora, la squadra di Toto Wolff ha utilizzato asset, oltre all’aerodinamica, tanto divertimento da quello sviluppato con gli strumenti di simulazione presenti in fabbrica. Il cofano è ancora piuttosto corto, tanto che il problema è stato alleviato, per lo più, sollevando la vettura dal suolo; Questo ha fatto perdere molte cure aerodinamiche, dato che la nuova generazione del vecchio deve poter correre l’eventuale prossimo a terra, massificando la spinta verticale prodotta dai tunnel Venturi.

Siamo lenti perché ci manca carico aerodinamico; a causa del porpoising, non generiamo il giusto carico aerodinamico di cui abbiamo bisogno ha commentato Lewis Hamilton. Red Bull e Ferrari sono riluttanti a gestirlo molto e non ci stanno provando – forse non tutto – sicuramente pi di noi. Molte squadre sono intervenute con modifiche palliative sui sottoscocca, rimuovendo parti per fermare l’oscillazione della vettura, secondo la Ferrari, scappato da una piccola perdita di carico verticale. Anche la Mercedes ha il supporto per modificare il sottoscocca in Bahrain, ma importanti senza risultati, tanto che ha continuato ad usare le specifiche iniziali perchè abbiamo trovato una soluzione complessivamente migliore con il vecchio background è stata aggiunta da Shovlin. Nel frattempo a Brackley se sta lavorando a Versione completamente strappata che ha debuttato nei GP prossimi.

La squadra campione del mondo risolverà il problema senza cambiare la particolare filosofia del futuro, chiamata zero sidepods, un concetto ancorato all’estremo di quanto si usava in passato, una differenza rispetto alla Ferrari che ha invece messo in discussione i vecchi principi ; la scuderia di Maranello ha infatti sviluppato una vetura con pance innovatrice, che fungono ache da deviatori di flusso per allontanare la scia turbolenta degli neumatici anteriori del fondo vettura, oltre che proteggere la gomma posteriori che rischierebbero di diventare un importante muro aerodinamico, favorendo poi il passaggio dell’aria verso il posteriore al di sopra delle pance e non ai loro lati. La portata e la difficile gestione del porpoising ha generato un altro aspetto negativo dell’attuale W13. Non tanto il suo propulsore, quanto la sua resistenza all’avanzamento, inoltre la Mercedes non sa dire il suo importante vantaggio avuto nei precenti campionati, ora è il terzo automobilista come prestazione rispetto a Ferrari e Honda.

L’alettone posteriore utilizzato in Bahrain, a causa delle modifiche al flap mobile per l’Arabia Saudita (anche per ridurre il termine del budget cap), è stato progettato per i livelli de carico aerodinamico y de performance que la galeria del vendo e la computazional fluididinamica (CFD ) mostriamo pappagallo è un W13 senza l’annoso problema della focena. Con l’altezza del terreno pregiato utilizzato, le specifiche del successivo risultato non sono molto efficaci ed efficienti, andando a generare molta resistenza all’avanzamento per il carico del generatore dalla vettura. mettere in macchina un’ala posteriore da minor carico, tuttavia, non aponibile poich non ancora estata non era disponibile. Mercedes era infatti prey tempo per produrre un’ala di diverso concetto, più efficiente, che comune che arriva a breve. In Australia, nel frattempo, ci sono alcuni aggiornamenti minori al W13, anche se non facilmente visibili, a causa della loro maggiore efficienza. Tuttavia, Russell sembra una performance simile a quella di Sakhir e Jeddah.

Non vedo alcun motivo per cui fare importanti passi in avanti ha detto il compagno di squadra di Lewis Hamilton, gli ha fatto eco Toto Wolff. Non abbiamo una soluzione magica per questo weekend, stiamo ancora lavorando tanto per portare tutto alla prossima stazione, in attesa che torni il momento. Fino ad allora, dovremo cogliere ogni opportunità e sfruttare al meglio il pacchetto che abbiamo.

7 aprile 2022 (modificato il 7 aprile 2022 | 13:06)

Add Comment