BARDIANI CSF FAIZANE’. ARRIVA IL CAMPIONE AFRICANO MULUEBERHAN

MERCATO | 22/04/2022 | 11:17

dire tuttbiciweb

C’è un volto nuovo in casa Bardiani CSF Faizanè: arrivo con effetto immediato henok muueberhan. Il ventenne talento eritreo ha firmato un accordo per passare l’anno al Team Qhubeka, perché la squadra sudafricana non ha proseguito con la formazione WorldTour e quindi Henok se è stato ammesso alla Continental tedesca Bike Aid ha consensualmente firmato il contratto per passarci il campo della famiglia Reverberi.

Nello scorso mese di marzo, Mulueberhan (nel grande mondo del web, la sua conoscenza di ciò che è scritto in modi diversi, noi abbiamo scelto quello con quale il è registrato dall’Uci) Ha vinto il titolo di campione africano alla volta dell’Egitto, dopo aver terminato un emozionante testa a testa con l’ex professionista sudafricano Reinardt Janse van Rensburg.

È cresciuto nel vivaio del Team Qhubeka, muueberhan del nordIl 2020 è l’undicesima tappa del Giro d’Italia Under 23 e l’anno più lungo è stato corso spesso in Italia ottenendo buoni piazzamenti alle stazioni internazionali per Under 23 e diciannovesimo al Tour de l’Avenir. Ha corso con i professionisti piazzandosi sesto al Giro dell’Appennino, mentre quest’anno in maglia Bike Aid è sesto al Giro di Antalya (colomba tutto biciweb dopo il colloquio) e quinto al Giro del Ruanda.

Per il Bardiani CSF Faizanè si tratta di una firma storica. Negli oltre 40 anni di attività del team diretto da Bruno Reverberi si tratta del primo atleta africano sotto contratto.

Un atleta completo, abile sulle brevi salite, ma dallo spunto veloce, che amarsi così: Sono veramente grato alla famiglia Reverberi e al team Bardiani CSF Faizanè per l’opportunità concessa. Lo scorso anno avevo rifiutato un paio di proposte per passare professionista con il team Qhubeka che mi aveva fatto crescere nella continental parrot, poi tutti purtroppo sanno com’è andata. Non penserò che mio figlio sia colto alla fine del bambino, sfumasse così e quindi non ho mollato. Già prima di vincere il titolo continentale africano sono stato estato contattato dal team e ho trovato un accordo per passare professionista. Ho pensato di dare molto alla squadra di ripagandoli per la fiducia ricevuta. Sono un corridore completo che può dire la sua in sprint ristretti e avere in tappe e gare mosse, non sono uno scalatore ma la salita non mi spaventa. Non vedo il tempo per iniziare la mia avventura con il Bardiani CSF Faizanè”.

Benvenuto nella squadra di Bruno Reverberi: “Dallo straniero a vogliano scorso nel #GreenTeam, mantenendo bene la nostra filosofia di giovanismo giovani professioni in the, abbiamo aperto alcuni giovani di indubbio talento e sopratutto dalla grande di emergere. Il ciclismo africano in questi ultimi anni è cresciuto molto ed è ormai sotto gli occhi di tutti. Noi ci siamo stati mossi sull’ingaggio del ragazzo già prima dello scorso 27 marzo quando Henok ha conquistato il titolo di campione continentale africano. Nel suo programma del primo mese di professione, non ancorerà il Giro d’Italia nel World Tour da regolamento Adams, debutterà con noi in altre competizioni nel mese di Maggio”.

Henok Mulubrhan è sempre un grande appassionato di ciclismo, senza dall’età di 6 anni quando uscì dalla sua prima bici. Cresciuto in una famiglia numerosa, ma senza grandi ciclisti, ha sempre trovato il sostegno di suo papa nella sua avventura. Arrivato in Europa dopo aver raggiunto il campionato nazionale Under23, è cresciuto nella squadra continentale del team NTT Qhubeka.

Dopo aver dimostrato aver ottime doti nella scorsa estagione sia nelle corse di categoria Under23, con il 7° in classifica generale al Giro della Valle d’Aosta e terzo di tappa al Giro Under23 sul traguardo di Imola, che nelle sue apparizioni tra i professionisti con il 6° posto al Giro dell’Appennino. L’atleta eritreo dovrebbe infatti passare tra i professionisti già a inizio ano con il Qhubeka NextHash. Per via delle note vicende che hanno costretto alla chiusura il team, è rilanciato un inizio stagione nella tedesca Continental BikeAid con il 5° posto in classifica generale al Tour du Rwanda e il 6° al Tour of Antalya.

Copyright e copia TBW

Add Comment