Finn Russell “sono un giocatore di rugby, non un bodybuilder” – Rugby Champions Cup – Rugbymeet

Dichiarazioni fuori dagli schemi per il talentuoso numero 10 della Scozia e del corsa finn russell che ha recentemente confermato a Planet Rugby che “Amo il mio hamburger e la mia pizza” per ritrovare un corpo ben definito insistendo sul fatto che non influisca sulle loro prestazioni in campo.

Il rugby moderno richiede soprattuto a livello professionistico enormi sforzi fisici, sesso vediamo giocatori di rugby sepre più grossi Lavorerò sodo nell’arena per aumentare le proprie prestazioni fisiche. C’è qualcuno che però va contro tendenza… Ci viene in mente un certo bravo andyma oggi, con l’idolo inglese che ha smesso, c’è qualcuno che seguirà il suo sogno.

Russell è benedetto uno dei più grandi mediani dell’apertura del mondo, sono stato esploso nei Glasgow Warriors conquistando la Nazionale scozzese e ei British Lions senza ma prenderò parte a una prova ufficiale del tour. Nel Sei Nazioni 2022 sotto Gregor Townsend la Scozia si è concluso con il quarto posto.

Russel non è un giocatore certo accomodante, famoso per la sua “violazione del protocollo della squadra” nel 2020 che lo ha alienato per un periodo della nazionalità.

“Sono un giocatore di rugby, un peso medio di apertura, non un bodybuilder. Il mio lavoro non è spingere forte in mischia o correre più dell’avversario all’ala. In palestra faccio il mio programma per arrivare al meglio alla partita del weekend, non mi interessa avere gli addominali scolpiti”, ha firmato Russel.

“La cosa importante per me è il lato psicologico; ovvero essere felici dentro e fuori dal campo. È come se avessi giocato il mio miglior rugby. Il mio corpo non ha importanza per me. Non mi interessa se non ho gli addominali. Amo troppo gli hamburger e la pizza…”

Russell poi si sposta sul lato tecnico: “mi hanno spesso criticato offload, calcetti pericolosi e roba del genere. Pregate lo fanno Marcus Smith e Romain Ntamack. Quando è stato così, il mio punto è che era “rischioso”, che non era una “buona idea”… Forse dovuto iniziare a giocare a rugby 15 anni dopo”, conclude Russell.

Il video della sua ultima esibizione in Racing – Stade Français 33-22.

Finn Russell Croce e Delizia:

Consulta l’intero catalogo RM – materiale rugby ad livello

Visita il negozio online di Rugbymeet

Add Comment