Israel Folau torna ai Mondiali con Tonga – OA Sport

Non è mai banale Israel Folau, personaggio spesso al centro dell’ovale cronache e grande talento. Classe ’89, il giocatore di origini Tongane è stato per anni uno dei maggiori talenti dell’Australia, ma ora potrebbe giocare la Coppa del Mondo di rugby 2023 con la maglia del Tonga.

Folau è nel rugby al XIII nel 2007, per via di una carriera che lo ha portato nel finale dei Mondiali 2008 passa al rugby al XV, mettendosi subito in mostra. In corriere ha raggranellato 78 caps con l’AustraliaHa disputato una finale mondiale nel 2015, ha trascorso 37 mesi con i Wallabies, e ha anche fatto parlare di sé fuori dal campo.

Folau, infatti, è un molto credente cristiano e le sue convinzioni morali non accettano compromessi. Così, ecco che il giocatore negli anni ha espresso più volte sui social e nelle interviste posizioni discriminatorie nei confronti soprattutto degli omosessuali. Posizioni che non potevano venire accettati dalla Federazione australiana che l’ha cacciata nel 2019con l’ultima apparizione con l’Australia che risaliva all’anno prima.

Ed ecco la sorpresa. Godendo della nuova regola di ammissibilità internazionalePrevedo che faccio un periodo di assenza tre anni dalla internazionale un giocatore possa change nazionale, sempre che si riferisca alle famigliari, ecco che Israel Folau ha detto che in vista dei Mondiali di France 2023 vorrebbe vestire la maglia del Tongala patria della sua origine. “Avere questa opportunità sarebbe bella. Sarò in grado di presentare la terra dove sono venuto e la mia famiglia? Un’occasione e un onore incredibile” ha detto in un’intervista. Evidentemente si aspettano che a Tonga certe uscite non facciano notizia.

Foto: La Presse

Add Comment