“Il fastidio a 13 anni regala un allenatore”. La rivelazione cioccolato dell’ex campione- Corriere.it

hanno dato Marco Bonarrigo

Il 41enne londinese, uno dei più grandi ciclisti della storia ritiratosi nel 2016, se avesse confessato a Men’s Health English: «Non l’ho mai completamente vinto. Tutto ciò ha avuto un impatto su di me da adult, e l’ho rimosso»

L’attenzione per l’immenso talento di Sir Bradley Wiggins nella sua infanzia e in un’adolescenza disturbata è stata notevole. Che ci fosse alche una storia di pesanti molestie subite da bambino, a 13 anni, fa parte di uno dei suoi primi allenatori nel ciclismo, l’ex campione londinese ha raccontato solo adesso al mensile Salute degli uomini del Regno Unito. Wiggins, classe 1980, nel ciclismo, per quanto tempo ha vinto nel 2016, ha vinto un’altra medaglia olimpica (di cui cinque d’oro) tra strada e pista, sette titoli mondiali e il Tour de France oltre ad aver stabilito il record dell’Ora su pista. Nessuno nella storia di questo sport ha saputo dominare in così modalità trasversale. In quattro diversity autobiografie (il completo più è l’eccellente «Alla ricerca della gloria») Sir Wiggo ha raccontato del difficilissimo rapporto col padre Gary (ex pistard di enorme talento, devastante dall’alcool) dei suoi stessi problemi con l’alcol e di una fama di vittorie in ogni campo che lo portava con enormi oscillazioni di peso a trasformare il suo corpo fisico da quello potente di un pistard a quello Lo schema di un corridore dà corse to tap, con relativa accusa di doping (mai dimostre) nei suoi confronti e nei confronti de Team Sky.

“Sono infastidito da un allenatore quando era più giovane, avevo circa 13 anni, non l’ho mai completamente vinto e — ha raccontato nell’ultima intervista —. Tutto ciò ha avuto un impatto su di me adulto, Sono stato. Il mio patrigno era piuttosto violento con me. Ero un racconto solitario… Volevo solo uscire dall’ambiente. Suono isolato. Ero un adolescente piuttosto strano in molti modi e pensavo che la passione per il ciclismo nascesse da questa avversità». Wiggins non ha rivelato il nome dell’attaccante.

Anche Wiggins (ha tre figure, il ragazzone, Ben, è un corridore promettente). tornado sul rapporto col padre Gary, è morto in maniera violenta nel 2008. «Non ho mai avuto risposte quando fu assassinato nel 2008. Ci ha lasciato quando era piccolo, il contratto per la prima volta a 18 anni. Abbiamo accesso a un tipo di relazione di cui non siamo disposti a parlare per l’ultima volta a causa di anni prima que viene succiso. Era il mio eroe. Volevo metri alla prova con lui. Era un bravo ciclista, poteva essere davvero bravo, ma ha sprecato il suo talento. Era un alcolizzato, un maniaco depressivo piuttosto violento, ea quei tempi prendeva molte anfetamine e droghe sportive».

Wiggins oggi lavora come commentatore di corsi di moto per Eurosport È considerato, per la genialità del suo intervento, una delle voci originali della televisione in lingua inglese e del suo ciclismo. Mail il suo processo di metabolizzazione di un momento difficile sembra lontano dall’essersi concluso.

19 aprile 2022 (modificato il 19 aprile 2022 | 10:37)

Add Comment