Serristori: divisa l’attività chirurgica, l’Asl Centro punta sulla integrazione fra chirurgia maggiore e ambulatoriale complessa – ValdarnoPost – Notizie Valdarno

Sono ripresi da oggi all’ospedale Serristori di Figline gli interventi chirurgici in Week Surgery: si tratta della chirurgia maggiore (chirurgia generale e ortopedia) con sedute in programma dal lunedì al sabato. L’organizzazione, secondo l’Asl Toscana Centro, è in sintonia con un modello di chirurgia ambulatoriale globale che ha dimostrato di funzionare nel periodo della nuova ondata di panico e che continuerà a rimanere nel caso in cui, in un momento di crisi , la pressione degli ospedali le superò tornerò in farsi e mi sentirò prepotentemente al Serristori.

Nell’ultimo mese e mese, infatti, la chirurgia ambulatoriale completa ha continuato a funzionare con una pianificazione degli interventi legati alla situazione del momento. A corredo, sono stati eseguiti interventi più semplici per patologie quali ernie inguinali e ombelicali, cisti e lipomi, lesioni cutanee, artroscopia, rimozione di mezzi di sintesi, revisioni di tendini, alluci valghi. In poco più di un mese sono stati operati 88 pazienti. Il paziente non ha ricevuto l’età ospedaliera e cinque occupazioni post-ospedaliere, e questo stato è attivato per la chirurgia mininvasiva con un certo periodo di cure post-operatorie. “L’équipe chirurgica-infermieristica – secondo il Servizio Sanitario – è costantemente supportata dall’anestesiologia per la valutazione di quasi tutti i tipi di anestesia e per la gestione del dolore. Il questionario sul gradimento, sua base volontaria per la valutazione della percezione dell’uso dei suoi aspetti legati alla ricezione di alcuni provvedimenti, tra cui il comfort ambientale e la gestione post-operatoria, ha ottenuto ad un certo punto una buona risposta.

“Nel lungo periodo con l’apertura della Settimana Chirurgia – bottom line Marco Scatizzi, direttore dell’Unità Operativa Completa della Chirurgia Generale dell’ospedale Santa Maria Annunziata-Serristori – L’integrazione della complessa chirurgia ambulatoriale e della migliore chirurgia mi consentirà di mantenere un equilibrio intervenendo rapidamente per raggiungere la complessità e l’intervento di base di cui ho bisogno da ricovero, con un’attenta gestione dei tempi dell’attestazione e ottimizzazione dello spazio. Mi sento fiducioso in questo percorso sono estati tutti valutati preventivamente e por el future suverranno valutati in attività ambulatoriale, per l’accertamento dell’idoneità all’inserimento nel percorso chirurgico attraverso un’analisi dello stato di salute altri ad altri elementi como la presenza ho dato una cura al domicilio per l’aiuto dopo la dimissione”.

All’integrazione di questi percorsi, se aggiorni la recente apertura dell’ambulatorio infermieristico-chirurgico (dal lunedì al sabato) Avviato con la chirurgia generale, per lui necessità risolvibili trattando ambulatorialmente dove possibile anche con una diga in carico diretta. Quanto alla distribuzione per età, ritorna ad essere tivo i suoi sei giorni, terminando sabato alle 13. L’attività oculistica prosegue con un’imminente attuazione della completa attività ambulatoriale.

Add Comment