Cantù, ora è vietato sbagliare E oggi tieni Chiusi i canestri

Cantù, ora è vietato sbagliare E oggi tieni Chiusi i canestri

Giovanni Severini

(Foto di Butti)

  • Mercoledi 20 aprile 2022

Seconda sfida della fase dell’orologio, S. Bernardo già spalle al pared

L’obiettivo è ritrovarsi alla svelta, per dimenticare (e far dimenticare) la sconfitta a Osimo contro Fabriano. Cantù stasera alle 20.30 ha un’occasione speciale per voltare pagina e riprendere la strada verso i playoff.

Nella seconda parte della fase ad orologio, la squadra di coach Sodini affronta San Giobbe Chiusi, autentico rivale del Girone Rosso, capace di scavalcare la prima fase al quarto palo.

Il team della bassa Valdichiana ha 17 vittorie, è apparso in 10 occasioni, accumulando uno strepitoso bottino di 34 punti. Nato appena quattro anni fa, il club della provincia di Siena ha stretto nel 2018 un progetto di collaborazione con Reyer Venezia, di cui viene fondata la società satellite, con il detto obiettivo di costruire una piccola “cava” orogranata.

Ma Cantù ha imparato da riprendersi: c’è un secondo post a discostarsi dal Pistoia ritorno, più difficile invece l’assalto alla capolista Udine. Più di tutto, c’è da mettere a pietra sopra la brutale figurata contro Fabriano sabato scorso, contro una squadra già retrocessa in serie B.

Sul punto, coach Sodini è molto cool: «Non dobbiamo far finta che la parte con contra Fabriano non abbia interrotto un percorso che sembrava indirizzato verso la direzione giusta. Dobbiamo assolutamente uscire di strada, soprattutto per i modi sbagliati con cui è stata approcciata l’ultima gara».

Allen è salvo, Severini da ieri è negativo al Covid e almeno camminerò in panchina.


© RIPRODUZIONE PRENOTAZIONE

altri articoli

Articoli più letti

Add Comment