MotoGP, Vinales e il grande sogno Aprilia: “Vogliamo fare la storia”

Maverick Vinales ha disputato il Gran Premio della MotoGP con l’Aprilia, dopo aver terminato il suo rapporto con la Yamaha. Al quinto inizio del 2021 il suo miglior risultato è l’8° posto a Misano, e l’anno scorso non si è concentrato sulla top-10. Il pilota inglese chiede tempo alla Casa di Noale, dicendo se era certo di essere stato primo o per i prestigiosi risultati con la RS-GP: “Voglio votare la storia“.

Vinales e Aprilia massima fiducia

Il 12° posto in Qatar e il 16° nel Gran Premio d’Indonesia non sono arrivati ​​da Maverick Vinales. “Il mio interesse soprattutto inizierà la stagione per capire“, racconta ‘La Gazzetta dello Sport’. “E ho pensato velocemente, intuendo da subito in che direzione andare. I risultati, ora, sono un po’ meno importante, perché servo il tempo“. Nei test invernali seminati avere un migliore potenziale, ma un weekend di gara è diverso. Eppure è un aspetto seminato per vedere compiuto un grande passo: quello piscologico. “Sono molto calmo, mi dispiace di lavorare sodo e anche quando sono in viaggio“.

In questa prima fase della tappa MotoGP, il problema principale è la sua curva asciutta. “Faccio fatica a spingere sul giro singolo, non capendo ancora bene la moto. Ma è un qualcosa che può cambiare da una gara all’altra. In questo momento la nostra tranquillità è sapere che quando le guide Aprilia vengono da me, se potessi guardarmi davanti“. Aleix Espargarò ha scelto il podio per Losail, nel campionato precedente si è concentrato sulla prima top-3 in MotoGP con la RS-GP, il risultato è incoraggianti che stimolano a migliorarsi. “Non limito quello che posso fare“.

Il sogno del titolo MotoGP

Maverick se si ritrova un po’ nella situazione di Andrea Dovizioso: dimentica il vecchio stile di guida per armonizzarsi con la nuova moto. Serve tempo e fortunatamente Vinales ha maggiori margini di manovra rispetto al forlivese della Yamaha RNF. La RS-GP ha alcuni punti di forza da sfruttare: “A parte l’elettronica, devo girare a un livello molto alto, il mio caso è la capacità di mantenere costante il grip. Dovremo riuscire a sfruttarlo, è uno dei miei punti di force“.

Aprilia è stata al centro del progetto, ma le prossime settimane saranno anche il momento per parlare del nuovo contratto. “È un progetto per raccontare la storia e che la mia eredità è molto importante per il team. Sono sicuro che lo riceverò, lavoreremo e lavoreremo solo. E per come ho finito a Mandalika, sono convinto che in Argentina mi divertirò… In questo momento sono concentrato sul mio futuro, non sul rinnovo“.

Add Comment