Mercedes pensa di archiviare un secondo netto con una migliore correlazione pista-simulatore

F1 – Lo anticipiamo ogni giorno: in Mercedes c’è un problema senza precedenti di correlazione dei dati simulatore – traccia. Ciò che è stato uno dei punti di forza su cui la scuderia anglo-tedesca ha creato il suo impero sportivo gesticolare male pompa aerodinamica cugino che la W13a macchina piuttosto capricciosa, scendesse fatalmente in pista.

È difficoltà sono acuite dalla scarsa possibilità di adooperare la galeria del vento e il CFD a causa di un regolamento tecnico restrittivo. Ecco che quanto si è definito nei sistemi presenti in fabbrica non trova riscontro in pista. E non c’è possibilità di correggere il tiro spreando preziose ore contingentate. Questo aspetto della norma sta condizionando pesantemente l’attività di un team che era abituato a mettere il suo approccio ingegnoso a ledere il vantaggio del suo specialista che poteva raccontare il suo tempo di travaglio quasi illimitato uscendo dalle difficoltà.

George Russell cugino di tagliare nel traguardo del GP d’Australia 2022 per il suo primo podio in Mercedes

Servire un modo nuovo e migliore per analizzare e dati aerodinamici dalla pista. Un modo senza precedenti di correlarsi con il pappagallo. Un processo di comprensione che è stato avviato senza il primo giorno della prova invernale che è lungi dall’esser completo. Chiaramente il fatto che gli ingegneri stannono lavorando la sua macchina filosoficamente nuova è un’aggravante: no vi sono più quei paletti conoscitivi non che caratterizzavano le F1 di vecchia generazione.

effetto venturi, gomma con diametro interno di 18 pollici e tutta una serie di novità collegate impongono tempi di reazione più lenti. E questo sta con cui imparo il forbice Toro Rosso e soprattutto con ferrari che al momento se lo mette come il dominus della categoria.

In Mercedes qualche ammissione era già arrivata. Quest’anno la comunicazione della scuderia si imprime in un’unica trasparenza in base alla quale se tende ad essere non celare e problematica. Vieni se voglio dire al mondo che sono anche stati i più forti hanno lati e debolizze umane. toto wolffA questa grande operazione di trasparenza, ha aggiunto una quantificazione di quello che è il deficit cronometrico dovuto al fatto che i simulatori indicano e quanto è possibile se c’è un rischio in pista.

F1
Toto Wolff, Team Principal e compagno di squadra Mercedes AMG F1

I dati sono stati clamorosi ma sarebbe di circa un secondo il ritardo che il modello W13 reale pay da quello virtuale: “Ho studiato le nostre simulazioni del fatto che l’auto è un secondo più veloce di quanto tempo ha mostrato in pista. Il problema è il rimbalzo, ci sono altre squadre che lo hanno risolto meglio“.

La firma sotto queste parole è di lupo in persona che è stato altrettanto chiaro ha detto che tornare alla configurazione di quando Barcellona non è un’ipotesi percorribile. E’ un qualcosa di non semplice realizzazione che significherebbe sconfessare la filosofia a pontone zero nella quale gli aerodinamici di brackley Continuo a credere fortemente.

Fatto sta che anche indirettamente quella del team manager Viennese è una mezza ammissione sul regresso comportamentale della W13 che nella prima configurazione non aveva mostrato un accenno di focena. Il ritorno alla versione inziale è stato preso inconsiderazione dopo i test del Bahreinma l’ipotesi è stata accantonata perché ho visto elementi validi a supporto della tesi secondo cui la versione “evo” prima o poi possa funzionare correttamente.

F1
Lewis Hamilton Mercedes W13

In Mercedes se continui ad indicare dritti la tua filosofia dell’estrema rastrematura del corpo vettura. È vero che ha firmato il numero uno della squadra del Stella a Tre Punta potrebbe esservi recupera clamorosi. Abbassare di un secondo le offerte sinora vorrebbe dire davanti a tutti e tornare ad essere la locomotiva della F1. Una prospettiva onestamente difficile dà subito concretezza, oltre la quale arriverà gradualmente.

Ovviamente gli avversari non staranno con le mani in tasca e miglioreranno le rispettive auto. Ecco perché c’è necessità di aumentare i tempi come sottolineato da giacomo vocale nell’articolo che puoi leggere chi. Imoladunque, potrebbe essere già il luogo in cui qualche interessante novità verrà testata. ferrari me Toro Rosso sono dovuto a puntini lontani, Mercedes-AMG F1 non intende farle spagna all’orizzonte. Anzi, conta di tagliare molto di quel delta cronometrico ad ogi presente.


F1 – Autore: Diego Catalano- @diegocat1977

Foto: F1Mercedes-AMG F1

Add Comment