Difficoltà sui nuovi motoristi, Wolff: “Quadro poco chiaro” – Formula 1

“Se siamo felici di competere con marchi come Porsche e Audi, l’aspetto della regolamentazione finanziaria è più definito e il tema di ciò che voglia significherà è un nuovo partecipante, che benefici deve godere, e qual è il suo trasferimento di proprietà intellettuale che non dovrebbe essere possibile. Il tempo stringe, bisogna chiudere a giugno”. Così il direttore del team Ferrari Mattia Binotto Ha postato l’accento sulla sua materia per affrontare la definizione del regolamento dedicato al nuovo ciclo del propulsore previsto per il 2026, regolamento al quale mantengo con interesse la partenza del gruppo Volkswagen come Porsche e Audi. La formalizzazione dello slancio in F1 in questo caso era imminente, ma al momento l’accelerazione contro l’impeto ha garantito la vita a un momento di arresto.

Il tedesco vorrebbe veder trasformare la bozza di regolamento in una definita normativa in ogni dettaglio. Porsche e Audi vogliono dun que certezze e ‘privilegiate’ garanzia per dire sì alla F1 ed evitare il calvario vissuto dalla Honda, secondo 2021 dopo colossali e grandissime difficoltà sia a livello de affidabilità che de prestazioni per quasi cinque anni dal 2015 al 2018 Tra i tanti argomenti di discussione c’è il fatto che i nuovi motoristi possono godere di più tempo di soldi extra da investire e per test i motori sul dinamico. Uno degli stati che Christian Horner vedrà sarà riconosciuto dalla Red Bull PowerTrains Limited nel 2026. toto wolff Ha permesso che il quadro è anchor little chiaro sebbene sulla carta il regolamento andrebbe entro giugno: “Penso di non essere un’ancora, chiaro chi entra di fatto come fornitore di power unit e chi si dichiara come new arrival – Le parole del numero uno della Mercedes riportate dalla testata Tifosi del GPF Potrebbe anche essere che ci siano tre aziende dello stesso gruppo che entrao come new arrivati, quindi il quadro è anchor little chiaro. Altre discussioni sul loro ‘bonus economico’ garantiscono nuovi automobilisti molto complessi e privilegiando le loro cure, siamo d’accordo e non abbiamo fatto”.



PRENOTAZIONE RIPRODUZIONE




Add Comment