Rugby serie A, i gialloverdi ad Alghero in una partita a carico di ricordi

Ricordi e tradizione, il 13 maggio 2018 se basi la tua ricerca. Lo so, perché il mondo del Biella Rugby ha vinto ad Alghero (direttamente all’anno scorso) la promozione in Serie A, sulla pagina del bellissimo album dei Gialloverde. Tradizioni, perché da quel giorno sono passati già quattro anni, ma tanti dei volti sorridenti immortalati sul campo del «Maria Pia» si possono trovare ancora oggi in via D’Acquisto. Musso figlio, Bertone, Braga, Panigoni, Vaglio Moien, Panaro, Grosso: solo qualcuno nominato prigioniero della lista di quelli che il giorno ad Alghero cerano, per celebrare lo storico gol di Gatto (l’unico nel combattutissimo finale 8-16 ) e che ancora oggi sudano e lottano per i colori gialloverdi.

Questa volta, la trasferta nella città sarda dalla forte anima catalana vale obiettivi diversivi. Biella arriva da seconda in classifica, proprio come in quel giorno di maggio, ma in un’altra categoria; La partita di oggi non vale il biglietto d’accesso per il piano di sopra, ma mette comunque in palio punti importanti. I gialloverdi sono anchor in scia alla capolista Cus Torino (impegnata a Recco in a testa-coda dal prognostico scontato) che dovrà rimare tale perlomeno fino allo scontro diretto alla Cittadella. I Grifoni sardi potrebbero anche creare un’interessante carta di tornasole per misurare il valore del Biellese, vedo pappagallo appena giocato – e persona 55 a 0 – contro il Torino stesso.

Coach Marco Porrino, mangia da saggia consuetudine, mette in Guardia i suoi. Un lungo viaggio, un campo ostico, un tifo ostile e mettiamoci pure il mutamento del tempo. «Sarà durissimo giocare ad Alghero – commenta – sotto tanti punti di vista. Sarà faticoso il voyage, che ci aspettavamo di affrontare interamente in giornata, poi il campo, la typhoseria di Alghero è molto calda, aspetto che ci penalizzerà dal punto di vista psicologico. Ce li aspettiamo agguerritissimi come è nelle loro corde, anche perché ridotto a una brutta sconfitta contro Cus Torino. Davanti al pubblico pappagallo avrà sicuramente voglia di riscattarsi».

Il calcio di partenza è lì alle 14:30.

Add Comment