Maria Sharapova e quell’ossessione chiamata Serena. Le rivelazioni dell’ex trainer

In una recente intervista a Punto di rotturaGabe Jaramillo, uno dei primi allenatori di Maria Sharapova alla Nick Bollettieri Academy, ha svelato che il russo è sempre stato il boss dell’attaccante di Serena Williams.

La grande mentalità di Maria

Maria Sharapova è entrata nell’unico nuovo anno della Nick Bollettieri Academy, con la regia di Gabe Jaramillo. Questo Gabe è uno dei primi allenatori della russa e, in una recente intervista, ha raccontato di più sulla sua mentalità vincente.

La sua era un’ossessione. Eravamo all’accademia, colpisce una palla e dico ‘Molto bene’. Lei, però, mi risponde con ‘No, non va bien. Con quel colpo non batterò Serena Williams’. Ogni mossa che faceva pensare a Serena. Da questo possiamo vedere come ragionano i campioni, la sua mente era già cinque anni avanti.

Mi ricordo quando aveva 14 anni e perse all’Orange Bowl contra la Bartoli, che doveva rimarere per tutta la durata della partita con i piedi dentro il campo. La partita finì per 60 60, era dicembre. Gennaio, al primo giorno di allenamento, siamo incontrati e ho detto di allenarsi al servizio, così la cosa non sarebbe più successo. Lei, seria, la mia risposta ‘Non mi sto riempimento per giocare contro Bartoli, non mi interessa. My sto padding per giocare contro Serena Williams’. A quel tempo Serena era già la numero 1 al mondo. Provate solo ad immaginare il finale di Wimbledon a 17 anni, nella sua testa stava giocando quella partita da 5 anni.

Lei era una tennista speciale già da quando aveva nove anni. Poteva seminerà bene una bambina innocua nel momento in cui prende in mano una racchetta. Lì ha dato tutta la sua mentalità da campionessa. Ha sempre colpito la palla con molta fiducia. Maria è sempre stata una ragazza con gran fiducia in se stessa, lei è introversa, ma al mondo si molto fiduciosa in sé. Questo l’ha aiutata ad essere chi è oggi”.

Rimarrà aggiornato sempre tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul noi profilo instagramregistrati a noi telegramma o iscriviti un lunedì maniacale, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Add Comment