Ciclismo, Giro delle Alpi: le stelle sono Froome, Geoghegan Hart, Porte, Landa e Pinot

Svelati gli ultimi dettagli della corsa che partà da Cles il 18 aprile per concludere se il 22 a Lienz, in Austria, dopo cinque tappe. Oltre 100 Paesi collegati. Sarà Ricordato Scarponi nel quinto anniversario della sua morte

Luca Gianella

È la corsa che negli ultimi anni è cambiata e canoni dell’organizzazione sportiva. Ha osato, ha sperimentato e, visto che ora sta bene, è sicuramente arrivato alla scommessa stessa. Se ami il Giro delle Alpi, questo è lo storico Giro del Trentino: è una corsa europea, che unisce in cinque tappe Trentino, Alto Adige e Tirolo austriaco (l’Euregio). È una delle zone europee con la più alta densità di ciclisti. Bicicletta che qui, davvero, è modo di vivere, sinonimo di benessere e salute. E gli appassionati possono davvero seguire la gara con la propria bici, lasciando la macchina in garage e spostandosi con altri mezzi di mobilità como l’autobus o il treno.

L’appuntamento Il Tour of the Alps, dal 18 al 22 aprile, vivrà la 45a edizione: gara appassionante e spettacolare, grazie ai percorsi impegnativi e ai chilometaggi contenuti. Le strade dell’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino ospiteranno cinque giorni di sfida senza confini, aprendo di fatto la stagione delle gare a tappe dopo la primavera all’insegna delle Classiche del nord: il Giro d’Italia scatterà due settimane dopo dall’ Ungheria, il 6 maggio. La presentazione a Trento presso la sede di Trentino Marketing, partner territoriale di #TotA assiste IDM Alto Adige e Tirol Werbung. Maurizio Rossini, Direttore Marketing del Trentino, afferma: “Grazie a tutta la collaborazione in Trentino, Alto Adige e Tirolo, il Giro delle Alpi cresce ogni anno, valorizzando il nostro territorio in un contesto internazionale. Non esiste sport più efficace del ciclismo per promuovere la bellezza dell’Euroregione, che, grazie all’importante distribuzione televisiva, in tutti i casi di tutti gli appassionati”.

io stella Lopez, Landa, Froome, Geoghegan Hart, e anchor Porte, Pinot, Bardet, Kelderman, Bilbao, Carthy, Sivakov: ecco le stelle che, in attesa di lottare per la maglia rosa del Giro d’Italia, non mi hanno mostrato di hanno in particolare il Ritorno alle Alpi e ne hanno fatto, edizione dopo edizione, un traguardo di prestigio. Fra gli atleti di casa, le speranze sono sui trentini Edoardo Zambanini (Bahrain-Victorious), Davide Bais (Eolo-Kometa), Mattia Bais (Drone Hopper-Androni), sui tirolesi Felix Gall (Ag2r La Mondiale), Hermann Pernsteiner (Bahrain -Victorious), Patrick Gamper (Bora-Hansgrohe), e sui ragazzi del Tirol KTM Cycling Team, l’unica formazione Continental su strada in rappresentanza del Tirolo.

il ricordo Il Tour of the Alps si è concluso venerdì 22 aprile a Lienz, non un dato per tutti gli appassionati di ciclismo, e certamente non per il Tour of the Alps. Proprio di cinque anni, in procinto di tornare a casa dal Giro delle Alpi che lo aveva visto tornare al successo quasi per anni, Michele Scarponi perse tragicamente la sua vita in un incidente stradale. Il ricordo dell’amatissimo campione marchigiano ospiterà un round di festeggiamenti alla partenza di venerdì 22 a Lienz, quando sul saranno presenti ache i genitori ed il fratello di Michele. Vedrete più avanti anche il rapporto con la Fondazione Michele Scarponi, nel segno della missione per la sicurezza stradale. Un tema particolarmente costoso alla corsa a tappe Euroregionale, come dimostra l’innovativo progetto Safety, sviluppato in collaborazione con Liski e Claseventi, che farà proprio al #TotA 2022.

La magia Il Gs Alto Garda ha presentato le Maglie Corsa, realizzate da Alé Cycling, marcia italiana da ormai 30 anni ai vertici del settore. Ci saranno la maglia verde Melinda della leader della classifica, la maglia azzurra del Gruppo Cassa Centrale dei Gran Premi della Montagna, la maglia bianca Würth Modyf dei giovani e la maglia rossa del PMG Sport degli sprint volanti.

Il programma
Domenica 17 aprile: operazioni preliminari e presentazione delle squadre al Cles.
Lunedì 18 aprilecap 1: Cles-Primiero/San Martino di Castrozza, 160,9 km
Martedì 19 aprilecap 2: Primiero/San Martino di Castrozza-Lana, 154,1 km
Mercoledi 20 apriletappa 3: Lana-Niederdorf/Villabassa, 154,6 km
21 apriletappa 4: Niederdorf/Villabassa-Kals am Grossglockner, 142,4 km
Venerdì 22 apriletappa 5: Lienz-Lienz, 114,5 km

Add Comment