ROUBAIX FEMMINA, CHI SARA’ LA NUOVA REGINA?

Sette mesi dopo il trionfo de Lizzie Deignan nell’edizione inaugurale, l’Inferno del Nord femminile ha incoronato un nuovo campione. La campionessa britannica, en dolce attesa, non sarà infatti al via di Denain satato il 16 aprile, ma la sua Trek-Segafredo se presentata con una vera e propria e propria armata all’appuntamento con i ciottoli. La squadra americana schiererà infatti la francese Audrey Cordon-Ragot (ottava lo scorso anno), accompagnata questa volta dalla giovanessa del mondo Elisa Balsamo, perché si ciba della potente Ellen van Dijk e dallla stella ciclocross Lucinda Brand.

Impressionante i fangoli ciottoli l’anno scorso, soprattutto nei Carrefour de l’Arbre e nei settori di Mons-en-Pévèle, Marianne Vos vuole aggiungere nuova gloria alla sua leggendaria carriera vicina ad ospitare uno dei rari grandi eventi della Manca. Il leader del Jumbo-Visma affronterà un’altra specialista che ha prontamente arrestato la misura dell’Inferno del Nord l’anno scorso: Lisa Brennauer (quarta), affiliato con Maria Confalonieri nel team Ceratizit-WNT; Marta Bastianelli (quinta), molto forte quest’anno sui ciottoli; la talentuosa danese Emma Norsgaard (sesta); la giovane tedesca franziska koch (settima), accanto alla velocista olandese Lorena Wiebes secondo DSM; e l’ancora Marta Cavalli (nona), la compagnia con Grace Brown ha brillato la bella diciassettesima sui morti del Giro delle Fiandre.

La top ten dell’autunno scorso è completata da Chantal van den Broek-Blaak, leader di una squadra dell’SD Worx che è sempre una squadra paurosa: la primavera ha permesso a tutte le squadre olandesi di mostrare ancora una volta la propria forza, la scia di Lotte Kopecky . Dopo aver vinto la Strade Bianche, la campionessa appena domato il Giro delle Fiandre grazie all’eccellente supporto di Van den Broek-Blaak: possono ripetersi a Roubaix?

24 squadrone le principali iscritte:

Australia

BikeExchange-Jayco Team: Arianna Fidanza (Ita)

Belgio

Plantur-Pure: Sanne Cant (Bel)

Emirati Arabi Uniti

UAE ADQ Team: Marta Bastianelli (Ita)

Francia

Arkéa Pro Cycling Team: Lucie Jounier (Francia)

Squadra Cofidis femminile: Victoire Berteau (Fra)

Futuroscope FDJ Nouvelle-Aquitaine: Grace Brown (Aus), Marta Cavalli (Ita)

St-Michel Auber 93: Simone Boilard (lattina)

Stade Rochelais Charente-Maritime: Arianna Pruisscher (Ned)

Gergo

Canyon//Sram Racing: Elise Chabbey (Sui)

Ceratizit-WNT Pro Cycling Team: Lisa Brennauer (Germania)

Gran Bretagna

Le Col-Wahoo: Maria Martins (per)

Italia

Valcar-Travel & Service: Chiara Consonni (Ita)

Norvegia

One-X Pro Cycling Team: Susanne Andersen (Nor)

paesi bassi

Team AG Insurance-NXTG: Mylène de Zoete (Ned)

Liv Racing Xstra: Valerie Demey (bel)

Parkhotel Valkenburg: Femmina Markus (Ned)

Team DSM: Lorena Wiebes (Ned), Franziska Koch (Tutti)

Team Jumbo-Visma: Marianne Vos (Ned), Coryn Labecki-Rivera (USA)

SD Worx Team: Lotte Kopecky (Bel), Chantal van den Broek-Blaak (Ned)

Spagna

Movistar Team Donne: Emma Norsgaard (Den)

Stati Uniti d’America

EF Education-Tibco-SVB: Letizia Borghesi (Italia)

Salute alimentara dall’uomo: Mieke Krö (Tedesco)

Trek-Segafredo: Elisa Balsamo (Ita), Audrey Cordon Ragot (Fra)

svizzero

Roland Cogeas Edelweiss Rosa: Tamara Dronova-Balabolina

Add Comment