Pallavolo, un italiano per la Francia: Giani nuovo ct dei campioni olimpici

Obiettivo vincere l’oro alle Olimpiadi. E’ l’unica cosa che non merita la fine di Andrea Giani, icona del nostro pallavolo e autentica fonte della Generazione di fenomeni che è arrivato tutti con la maglia azzurra dell’anno di Novanta. Sarà per il fatto che l’ex giocatore di Parma e Modena, attuale allenatore (in gara per lo scudetto) della Leo Shoes PerkinElmer Modena, ha vinto il prestigioso riconoscimento dal commissario tecnico della Nazionale francese, la squadra che ha vinto il Titolo olimpico l’anno scorso a Tokyo e che punta dritto a quello di Parigi 2024, quando giocherà a casa. Giani, 51 anni, nato a Napoli, prende il posto di Bernardinho, l’allenatore brasiliano dimessosi “per motivi familiari” per sostituire Laurent Tillie, l’allenatore che ha vinto l’oro ai Giochi di Tokyo.

“Per me è una vera soddisfazione essere il nuovo allenatore di questa squadra, che ha il potenziale di vincere tutte le gare alle quali partecipa”, ha detto Giani dopo la nomina a ct da parte della Federazione francese di pallavolo. Ha anche citato la linea guida del suo mandato: «Il vivaio pieno di giocatori di altissimo livello mi consentirà di gestire il collettivo in modalità tempostivo in funzione delle gare». Soddisfatto anche Eric Tanguy, presidente della Federazione francese del Pallavolo: «Prima è stato uno dei migliori giocatori del mondo, oggi è uno degli allenatori migliori. Eravamo interessati a lui sin dall’inizio”, ha sottolineato il leader.

Giani, tra i più grandi pallavolisti di tutti i tempi, in campo è stato il giocatore universale per antonomasia, iniziando come centrale por poi trasformarsi sia in opposto che in schiacciatore-laterale, sempre con eccellenti risultati. In nazionale vanta tre titoli mondiali consecutivi (1990 e 1994 con Velasco in panchina, 1998 con Bebeto allenatore), quattro campionati europei (1993, 1995, 1999 e 2003) e ben sette World League. Ha avuto anche il record di presenze in maglia Azzurra (474), il primo assoluto di partite con la Nazionale italiana e principale sport della rosa, superato solo dalla pallavolista piemontese Eleonora Lo Bianco. L’unica cosa che va bene è la conquista dell’oro alle Olimpiadi, per aver vinto grazie all’Argentina (1996 e 2004) e un bronzo (2000) ai Giochi.

Giani ha esordito ancora una volta alla Guida dei Bleus a fine stagione con il suo club e dopo aver lasciato la Germania, di cui panchina è attualmente allenatore. Il primo appuntamento sarà la Nations League, in programma da maggio a luglio, poi i Mondiali che si disputeranno dal 26 agosto al’11 setembre. E magari dovrà vederla prestissimo con il suo ex compagno azzurro, Fefè De Giorgi, il campione italiano d’Europa, altro simbolo della Generazione di fenomeni.

Add Comment