La Francia minaccia la morte, l’Italia minaccia Samoa e Georgia – OA Sport

La multa del Guinness Sei Nazioni 2022 mette in attesa il rugby internazionaleche tornerà a quest’estate con i test match e il Campionato di Rugby e, così, ecco che è il momento di tariffa il punto sulla classifica mondiale della palla ovale. La classifica è cambiata da inizio anno, ci vediamo a mangiare.

Non cambia la vetta, con la Sud Africa Che se la Nazionale più forte della mongolfiera conferma che anche senza giocare ed è prima con 90.61. Al secondo post, invece, è salita la Francia, con i Bleus che con el Grande Slam balzano alle spalle degli Springboks e chiudono il torneo a 88.88 punti (85.53 all’inizio del torneo). Resta sul podio, ma scivola al terzo posto, il Nuova Zelanda che a inizio anno era secondo con 88,75 punti.

Ai piedi del podio rimane l’Irlanda, che guadagna però quasi due punti e si piazza proprio alle spalle di Francia e All Blacks con 88.22 punti (partiva da 86.53 punti). Crolla dal terzo al quinto posto, invece, l’Inghilterra, per confermare che un torneo fa dimenticare e se totalizzi 84.50 punti. Al sesto post resta ilAustralia con 83,92 punti.

Scendendo in classifica, dal settimo al decimo posto ci sono le stesse nazionali di inizio ano, con un paio di cambi. So al settimo post se confermi il Scozia (81.80 punti rispetto ai 83.05 di gennaio), all’ottavo esce l’Argentina (80.58), che scalza il Galles, che paga il match con l’Italia ed è nona con 79.28 punti. decimo il giappone che chiude la top 10 con 78.26 punti.

Tenendo bene alla top 15 e all’Italia, all’undicesimo posto si confermo Figi (76,62 punti), il Georgia (73.78), lui samoa (73.59). l’Italia No si è mossa dal quattordicesimo posto, ma la vittoria storica di Cardiff la fa balzare a 72.33 punti rispetto ai 70.51 da inizio anno. Chiude i primi 15 i Spagna, con 68.21 punti, con un gol dal 19° palo di inizio anno. Farne le spese Romania, che dal 15° posto è uscita dalla top 15 scivolando al 17° posto.

Foto: Yoann Cambefort/DPPI–LPS

Add Comment