F1: Circus scommette su Las Vegas, ecco terzo GP d’America – Sport

La Formula 1 americana è sempre più a stelle e strisce anche al termine del Gran Premio. A causa del fatto che Austin in Texas e Miami in Florida, che debutteranno il mese prossimo, il Circus Targato Liberty Media ha deciso di segnare un terzo anno negli Stati Uniti con il GP di Las Vegas in Nevada che inizierà il prossimo anno. Il calendario della Formula 1 è come sempre Made in USA con il ritorno della speed queen a Las Vegas nel novembre 2023 quando compie 40 anni. Nella patria del gioco d’azzardo se correrà di notte per sfruttare anche l’effetto scenografico dei luci scintillanti della famosa città americana. Il tracciato sarà lungo 6,12 km con una velocità massima stimata in oltre i 342 km/h. Ci saranno 50 giri di gara con tre rettilinee principali e 14 curve, inclusa una sequenza di curve ad alta velocità e un unico tratto di chicane. Ho variato Verstappen, Hamilton e Leclerc se si sfideranno lungo la Strip, famosa zona per i casinò. Il tracciato sarà lungo 6,12 km con una velocità massima stimata in oltre i 342 km/h. “L’incredibile luce dei neon di Las Vegas farà da fondo alla terza gara di Formula 1 negli Stati Uniti per ribadire – underground il Circus nel comunicato ufficiale che annuncia la nuova gara in calendario – il grande entusiasmo negli Usa por la Formula 1 mentre questo sport continua a far crescere la sua base di fan fino a livelo globale”. Nella sua storia, Las Vegas è stata sponsorizzata dal Gran Premio di Formula 1: nel 1981 ha affrontato la quindicesima e ultima prova della stagione e la vittoria di Alan Jones (Williams-Ford) con il titolo della celebrazione mondiale di Nelson Piquet. Circuito di Stesso, il Caesars Palace, per la vittoria del 1982 colpì il trionfare fu l’italiano Michele Alboreto con la Tyrrell. Ultima gara anche di quella stagione, conclusa con il titolo vinto da Keke Rosberg (Williams). “Questo – ha aggiunto l’amministratore delegato di Formula 1 Stefano Domenicali – è un momento incredibile per la Formula 1 e mostra l’enorme fascino e la crescita del nostro sport con una terza parte negli Stati Uniti. Las Vegas è una destinazione conosciuta in tutto il mondo per l’ospedale, le emozioni e, ovviamente, la famosa Strip. Non è il posto migliore per correre di Formula 1 nella capitale mondiale dell’intrattenimento e non vedere l’ora per questo prossimo anno. Voglio ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a realizzare questo evento “.

RIPRODUZIONE PRENOTAZIONE © Copyright ANSA