Formula 1, le focene (i saltelli) delle monoposto come fanno mal di testa ai piloti- Corriere.it

hanno dato arianna ravelli

Ocon: «Un gran mal di testa, ho prigioniero paracetamolo». L’avvertimento tardivo del dottor Altmann operato da Felipe Massa: «I piloti lamentano mal di testa per i rimbalzi, bisogna analizzare quali potrebbero essere le conseguenze dopo gare di lunga durata»

I famosi “saltelli” non farebbero maschi solo alle macchine, ma anche ai piloti. Mal di testa, nausea, vertigini. Qualcuno è stato costretto a prendere del paracetamolo appena sceso dall’auto, come Esteban Ocon, pilota dell’Alpino.

Il fenomeno tecnico di questo inizio di stagione 2022, che gli inglesi chiamano “focena” (QUI la spiegazione tecnica di che cos’è) — in estrema sintesi che il fastidioso “rimbalzo” derivato da un accento aerodinamico instabile, una delle tante conseguenze dell’effetto suolo che è scaduto che questo nuovo monoposto — e cioè in particolare ammattendo la Mercedes, almeno sentirò le dichiarazioni dello stesso Lewis Hamilton, potrebbe anche creare qualsiasi fastidio fisico, se non proprio un malessere, agli stessi piloti. In primo luogo ha consigliato se non indossava un dopo i test, quando ad esempio Ocon rivelato dopo la sessione di guida aveva: «La macchina saltellava molto, mi è venuto a gran mal di testa, ho dovuto prendere del paracetamolo». E questo potrebbe anche rivelarsi alla fine il vantaggio principale dei piloti della Ferrari data che a Maranello sembrava aver risolto in gran parte del problema (Leclerc paragonato alla sensazione a quella delle turbolenze in aereo).

A l’allarme adesso è sui social dino altman che la F1 non si intende, ed infatti è il medico brasiliano che ha curato Felipe Massa in seguito al triste incidente di Budapest nel 2009, quando intervenne per la prima volta improvvisamente in Ungheria, e il presidente della commissione medica della Fia con il precedente n. 1 della Federazione Jean Todt. Altmann rivela che «molti piloti hanno lamentato mal di testa a cause dei «rimbalzi» nelle probe in Bahrain». Un precedente un po’ preoccupante è stato stabilito quando «il Cart in Texas gara nel 2001 (una categoria di corsetto americano che oggi non esiste più, ndr) era stato sospetto perché i piloti si lamentavano di vertigini e disorientamento. Ho pilotato questi sintomi clinici dovrei dirlo all’improvviso e richiamare l’attenzione dei medici e devono analizzare cosa potrebbe accadere dopo lunga gara». lo stesso dottor Ricardo Ceccarelli, a capo di Formula Medicine, aveva messo in conto, parlando con sport motoristici.es: «Lo avevo immaginato, il saltellamento è un indifferente stress fisico, e sento anche che tanti piloti si lamentano. Mi ricordo quando un pilota che ha seguito il tempo va grossi problemi perché guidava a macchina che sobbalzava moltissimo e finiva sempre gare con un lancinante mal di testa».

Ovviamente è anchor presto per capire se el rimbalzo si trasformerà in un vero alarme butò, come dice il dottor Altmann, «le misure di prevenzione sono la chiave in F1». Vedrò una torsione della testa quando se va a 300 all’ora potrebbe non essere il massimo.

18 marzo 2022 (modificato il 18 marzo 2022 | 22:22)

Add Comment